ONU, omaggio al carisma salesiano

“Da Mihi Animas”, il canto per il Bicentenario della nascita di Don Bosco, risuonava in sottofondo mentre Ambasciatori, membri di delegazioni delle Nazioni Unite, salesiani, studenti e collaboratori, rappresentanti delle organizzazioni della società civile e leader religiosi e laici facevano il loro ingresso nella Sala 4 della sede delle Nazioni Unite a New York, lo scorso 5 marzo. Erano lì per partecipare ad una celebrazione di omaggio al carisma salesiano, in occasione dell’Anno Bicentenario della nascita di Don Bosco.

Si è trattato del terzo evento realizzato presso le Nazioni Unite per evidenziare il carisma salesiano in occasione del Bicentenario, stavolta sul tema “Rispondere ai bisogni dei giovani e di chi vive in povertà: una risposta salesiana a più dimensioni” (disponibile su internet).

Il cardinale salesiano Óscar Andrés Rodríguez Maradiaga, arcivescovo di Tegucigalpa, è stato ancora una volta il relatore principale. Ha sfidato i presenti ad essere profetici per affrontare le sfide del nostro tempo e ha focalizzato le sue osservazioni sul diritto umano all’acqua e ai servizi igienici.

È poi intervenuto don Juan de la Cruz Rivadeneira, SDB, che ha presentato l’impatto delle industrie estrattive sulla vita, la salute e la cultura della popolazione indigena Shuar in Ecuador. In quelle regioni l’acqua viene deviata dalle necessità delle popolazioni per aiutare a gestire e mantenere le nuove industrie che stanno devastando l’ambiente e la salute degli Shuar.

A nome dell’on. Sam Kutesa, Presidente della 69° sessione dell’Assemblea Generale, è poi intervenuto l’on. Ambasciatore Arthur Kafeero, Capo di Gabinetto, che ha ringraziato i Salesiani per la loro dedizione ultraventicinquennale ai giovani dell’Uganda.

Mons. Bernadito Auza, Osservatore permanente della Santa Sede presso l’ONU, ha osservato il ruolo dei Salesiani come educatori, specialmente dei giovani emarginati o esclusi e sottolineato la loro presenza in 132 paesi.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.