NUOVO POLO MEDICO TURISTICO A BIBIONE

E’ dedicato ai servizi sanitari da erogare ai residenti e a sei milioni di turisti l’anno che scelgono Bibione come meta di vacanza il nuovo Polo Medico Turistico della notissima località balneare veneta, inaugurato  dal Presidente della Regione Veneto.

La struttura, esistente dal 1993, è stata completamente rinnovata con un investimento di 721 mila euro, ed è pressochè unica in Italia per il suo genere: ospita infatti un moderno Punto di Primo Soccorso dotato di mezzi (ambulanze e moto mediche per districarsi nel caos dell’estate), personale medico e infermieristico attivo H24; il Servizio di Medicina Turistica; un Centro Dialisi capace di erogare oltre mille prestazioni nel breve arco della stagione estiva.

Rivolgendo ai molti imprenditori turistici presenti il suo augurio per la stagione oramai imminente, il Presidente della Regione ha sottolineato prima di tutto che “la Regione sa bene quanto importante e richiesta sia la sicurezza della salute nel pacchetto dell’offerta di vacanze. Per questo – ha detto – abbiamo investito e continueremo a investire sulla sanità turistica e su quella dei litorali in particolare”.

Il Governatore ha invitato tutti gli operatori a inserire questi servizi sanitari in tutte le loro azioni di promozione e marketing, sia singolarmente che in forma associata, “perché l’assistenza sanitaria che riesce a dare il Veneto ai suoi turisti in tante parti acclamate del mondo nemmeno se la sognano. Qui siamo avanti di anni e dobbiamo farlo sapere a tutti, con ogni mezzo: web, social network, siti aziendali, di alberghi, di stabilimenti balneari, di chiunque offra accoglienza al turista.”.

“La nostra sfida – ha raccomandato il Presidente – deve essere sulla qualità, sulla certificazione ambientale ed enogastronomica, sulla sicurezza a cominciare della sanità. Non dobbiamo però fermarci a dormire sugli allori, perché oggi esiste una evidente crisi delle destinazioni del nordafrica, ma prima o poi la concorrenza della Tunisia, solo per fare un esempio, tornerà e la batteremo sul piano della qualità e della sicurezza”.

Nel 2016, il Punto di primo Soccorso di Bibione ha trattato in emergenza-urgenza ben 5.825 casi, pressochè tutti concentrati nel periodo estivo. Questo comporta anche una straordinaria capacità organizzativa, in grado di estendersi e contrarsi in fretta per essere sempre al massimo dell’efficienza e seconda dell’andamento dell’onda dei flussi.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.