Niente casse per i negozi Amazon, esperimento avviato a Seattle

Amazon ha aperto al pubblico Amazon Go, il suo negozio di alimentari senza casse e con un numero limitato di addetti al controllo delle vendite. Testato a Seattle per oltre un anno, Amazon Go si basa su telecamere e sensori che tengono traccia di ciò che gli acquirenti rimuovono dagli scaffali e di ciò che vi posano.

In tal modo le linee di cassa e gli annessi registratori diventano superflui: ai clienti vengono addebitate su carta di credito, solo dopo che hanno lasciato il negozio, le merci che hanno effettivamente con sè.

Amazon non ha detto se o quando aggiungerà più negozi Amazon Go e ha ribadito che non ha piani per portare queste tecnologie nei punti vendita Whole Foods. Il punto vendita era stato aperto ai dipendenti, per una fase di test, a dicembre del 2016.

Un anno è stato necessario per prendere le misure alle persone, che hanno differenti stature e peso. In particolare le difficoltà ci sono quando entrano nel campo delle rilevazioni i bambini, che oltrettutto sono portati a spostare oggetti e a non riporli correttamente. Il negozio è di 167 metri quadrati e si trova al piano terra di un edificio di Amazon adibito a uffici. Per iniziare a fare acquisti i clienti devono passare attraverso un tornello con il proprio smartphone con un’applicazione Amazon Go.

Entrati nel negozio trovano dapprima panini e piatti pronti, poi una piccola selezione di articoli alimentari. Un dipendente della società di Seattle controlla la sezione alcolici del negozio.

Le telecamere, poste in alto, e i sensori di peso posti negli scaffali, consentono di determinare esattamente ciò che le persone prendono. Quando un cliente transita nel tornello in uscita il suo conto associato alla app viene addebitato.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.