“NEIFLEX”, LA GRANDE ESERCITAZIONE DI PROTEZIONE CIVILE TRA VENETO E FRIULI

“NEIFLEX”, LA GRANDE ESERCITAZIONE DI PROTEZIONE CIVILE TRA VENETO E FRIULI

L’assessore all’ambiente e alla protezione civile della Regione del Veneto ha presentato a Latisana (Ud) la grande esercitazione internazionale di Protezione Civile denominata “Neiflex”, in programma la prossima settimana, tra il 7 e il 9 giugno, lungo i fiumi Livenza e Tagliamento, tra Veneto e Friuli V.G.

“Un’esercitazione improntata sulla gestione del rischio da alluvione – spiega l’assessore –, basata su uno scenario che prevede l’inondazione dei due principali fiumi che interessano l’area orientale del Veneto. Come Regione saremo protagonisti con nove Comuni e oltre 400 volontari”.

“NEIFLEX”, LA GRANDE ESERCITAZIONE DI PROTEZIONE CIVILE TRA VENETO E FRIULI“Un’attività importante per testare uomini e mezzi – prosegue l’assessore – ma anche per verificare la collaborazione tra Enti. Infatti, come spesso sottolineo e come dimostra questa esercitazione, è necessario che i territori sappiano cooperare indipendentemente dalla loro appartenenza, in quanto l’acqua non segue i confini amministrativi”.

“Per la Regione del Veneto – conclude l’assessore – l’impegno per la difesa idrogeologica è prioritario. Negli ultimi anni abbiamo investito quasi 500 milioni di euro all’interno di un piano da 2,7 miliardi, con opere impegnative anche da diverse decine di milioni, come nel caso dei bacini di laminazione, tra cui quello importantissimo di Pra’ dei Gai sul Livenza dell’importo di 40 milioni di euro. Ma va detto che, come dimostrano le statistiche, ogni euro investito in sicurezza  può far risparmiare sei euro di danni”.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.