Nato il GAL Tirreno Eolie

Un nuovo GAL che va dal Comune di Milazzo a Villafranca Tirenna comprendendo tutta la fascia costiera del Tirreno orientale della Sicilia con tutte le Isole Eolie.

E’ un grande risultato e ha tutte carte in regola per diventare una agenzia di sviluppo per questo meraviglioso comparto della Sicilia.

Il 4 Luglio, con un giorno di anticipo sulla scadenza ufficiale, il Costituendo GAL TIRRENO EOLIE ha messo le carte in tavolo, presentando la domanda di sostegno preparatorio ai sensi del bando della Misura 19.1 del PSR Sicilia 2014-2020, Ben 17 Comuni siciliani della fascia costiera del Tirreno da Milazzo a Villafranca con i Comuni delle Isole Eolie, oltre 15 fra Centri di Ricerca e Università, circa 70 Associazioni culturali, ambientali, di categoria, che operano nel sociale e circa 200 operatori economici privati hanno condiviso le linee strategiche di sviluppo sottoscrivendo l’Accordo di Partenariato pubblico/privato del Costituendo GAL. Si tratta di una nuova realtà di condivisione di una politica di sviluppo territoriale , dal basso, di un comprensorio territoriale di 357 Km2 e di 100.000 abitanti, che presenta al suo interno notevoli potenzialità di crescita nei comparti del turismo, dell’agricoltura e in particolare dell’agricoltura biologica  dell’artigianato e delle produzioni industriali.

Il Comune di Lipari, al quale è stato affidato dal partenariato pubblico il compito di Soggetto Capofila, è stato il promotore di una idea che all’inizio ha fatto storcere il naso a più di uno fra amministratori pubblici e operatori associati, ma che si è dimostrata vincente su tutta la linea, vista la generosa e partecipata

risposta degli operatori e amministratori dei territori. (complessivamente circa 280 richieste di adesione al partenariato del GAL).  L’attività svolta è stata molto intensa ma il risultato finale gratifica tutti. Questo territorio aveva necessità di ritrovarsi intorno ad una idea di sviluppo condivisa e pur essendo all’inizio di un cammino che  impegnerà notevolmente i costituendi per i prossimi 7 anni, fino al 2023, sono state messe le basi per un grande progetto di riqualificazione, risanamento e sviluppo di una vasta area del Tirreno orientale nella quale la naturale collocazione delle Isole Eolie, con le loro bellezze naturalistiche, coi Vulcani, con la loro storia e le loro tradizioni, scrigno di biodiversità, potrà diventare la vera occasione di un alto di qualità dell’intero comparto territoriale.