NASCONDEVA MARIJUANA IN CASSAFORTE NASCOSTA IN FINTO TOMBINO

OLIVIERO DanieleOggi pomeriggio a Grumo Nevano, i poliziotti del Commissariato Frattamaggiore, hanno arrestato il 41enne pregiudicato del posto Daniele Oliviero in quanto accusato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio.

Il 41enne, considerato dagli investigatori di Frattamaggiore un leader della piazza di spaccio di Grumo Nevano, era da tempo tenuto sottocchio in quanto si sospettava detenesse grossi quantitativi di sostanza stupefacente da poi rivendere ai classici pusher della zona. Dopo pranzo, i poliziotti che da giorni seguivano il pregiudicato, lo hanno notato scendere dalla propria autovettura appena parcheggiata vicino alla sua abitazione del Rione Ice Snei di Corso Garibaldi, con un insolito sacchetto bianco tra le mani. Dopo essersi guardato intorno, l’uomo si è avvicinato ad un tombino situato all’interno dell’area condominiale e ad una quindicina di metri da casa sua. Con un arnese di metallo appositamente sagomato, ha poi aperto il tombino, ha armeggiato al di sotto del livello del manto stradale e vi ha quindi riposto dentro il sacchetto bianco. Ha poi chiuso un qualcosa con una chiave che aveva in tasca e dopo aver richiuso il tombino, sempre guardingo, si è diretto verso casa. Pochi minuti dopo è tornato ed ha iniziato a girare nei pressi del luogo dove aveva riposto il sacchetto, quasi come volesse vigilarne il contenuto.

A questo punto gli agenti sono intervenuti uscendo allo scoperto, bloccando il pregiudicato ed aprendo il tombino. All’interno di quello che si è subito rivelato un falso accesso alla rete fognaria, vi era una cassaforte con chiusura a chiave. Non essendo quest’ultima stata ritrovata né indosso a Oliviero né nella sua abitazione, i poliziotti hanno quindi deciso di scardinare la cassaforte e portarla via. Durante le non facili operazioni di recupero della cassaforte, si è creata una calca di residenti intorno agli operatori che tra epiteti e frasi offensive hanno iniziato ad ostacolare il loro lavoro. La numerosa presenza ha inoltre creato una situazione di fatto che avrebbe potuto rendere alquanto agevole la fuga di Oliviero. Nonostante qualche tentativo di aggressione fisica da parte dei residenti, i poliziotti sono riusciti a recuperare la cassaforte e a tornarsene a Frattamaggiore in Commissariato con il 41enne.

Giunti in ufficio sono quindi riusciti a forzare la serratura ed aprire la cassaforte. All’interno vi hanno trovato ben 730 bustine contenenti circa 800 grammi di marijuana.

Daniele Oliviero, già noto per i suoi precedenti penali per violazione alla normativa sulle sostanze stupefacenti ma anche per estorsione ed altri reati, è stato pertanto arrestato e subito condotto alla Casa Circondariale di Napoli – Poggioreale.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.