NAPOLI, MORTO DI INFARTO IN STAZIONE

La dichiarazione di Agostino Ingenito (Confesercenti)

“Rattrista sapere dell’uomo morto di infarto mentre attendeva il treno della circumvesuviana nella stazione di piazza Garibaldi. Non lo so se si sarebbe potuto salvare ma forse un posto sanitario in una stazione frequentata a migliaia di persone al giorno sarebbe necessario. Meraviglia non poco sapere che il posto si sorveglianza non ha neppur in dotazione un defribillatore. Come rappresentanti del turismo abbiamo posto la necessità ormai inderogabile e più volte che vi sia un minimo di assistenza sanitaria come di garantire maggiore sicurezza per un’are assai complessa. Chiediamo alla Regione Campania di dotare l’info point turistico di un defibrillatore a possibile uso di turisti e viaggiatori in attesa che sia possibile ed auspicabile realizzare un presidio di primo soccorso all’interno della stazione”.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.