Italia Meridionale

NAPOLI CITTÀ CREATIVA in Pop Art


L’arte è da sempre uno dei canali espressivi più utilizzati dai giovani. Nella città di Napoli si ricorre all’arte per tradizione, sentimento o come denuncia. Una città che parla al Mondo in quanto ispirazione per ogni animo che si nutre di cultura. Napoli è amore. È cambiamento. È ribellione, è stimolo, è storia. Ed è così che come Andy Warhol le rese omaggio, sono ora le avanguardie contemporanee creative partenopee che vogliono rivolgersi al grande artista con un tributo. Alla luce di questa sensibilità, l’Assessorato ai Giovani e Politiche giovanili, Creatività e Innovazione proporrà una rassegna nel mese di maggio negli spazi del Palazzo delle Arti di Napoli, in concomitanza della mostra “Andy Warhol. Vetrine”.

La rassegna, dal titolo NAPOLI CITTÀ CREATIVA in Pop Art, puntando sempre all’obiettivo, cardine per l’Assessorato ai Giovani di mettere le produzioni creative e i tanti talenti di Napoli al centro della città e della primavera napoletana, sarà incentrata sulla cultura e l’arte pop in modo da animare funzionalmente la mostra e interpretarla con gli occhi del presente.

NAPOLI CITTÀ CREATIVA in Pop Art si snoderà in quattro eventi sui temi della Comunicazione, della Moda, della Musica e dellaCreatività urbana rispettivamente il 9, il 16, il 23 e il 30 maggio dalle ore 18.00 alle ore 19.30, ciascuno introdotto da una diversa firma autorevole del giornalismo campano. La viralità della bellezza, l’avanguardia nell’immagine, Napoli come ispirazione, il colore in quanto strumento, saranno i punti di contatto tra le esperienze protagoniste della rassegna e il grande artista Wahrol.

Dopo la chiusura degli spazi del Pan, il meeting continuerà nelle strade della città: Andy va ai baretti”. Un modo per legare la movida all’offerta culturale istituzionale e contaminare gli spazi urbani frequentati dai giovani con i valori culturali del grande artista Wahrol e del suo rapporto con Napoli.

Con la rassegna NAPOLI CITTÀ CREATIVA in Pop Art  la creatività, i giovani e la pop art formeranno un intreccio esplosivo per Napoli, tanto amata da Warhol anche perché gli ricordava New York, città cosmopolita e in continuo fermento.

Hanno collaborato alla realizzazione del progetto: Luca Borriello, Enrico de Luca, Roberta Madonna e Valeria Viscione. 

 

 


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.