Musica al femminile nella storica Biblioteca centrale di Roma

Musica al femminile nella storica Biblioteca centrale di Roma

Nella prestigiosa Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, Domenica 22 settembre dalle 11 si terrà una non stop di Musica e poesia in rosa con la presentazione della collana dei 32 dvd multimediali del Pentagramma rosa.

Nella prestigiosa Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, Domenica 22 settembre dalle 11 si terrà una non stop di Musica e poesia in rosa con la presentazione della collana dei 32 dvd multimediali del Pentagramma rosa.

L’importante progetto di musica al femminile, a cura del professor Florindo Di Monaco, che vede la pubblicazione dei lavori realizzati dai maestri Antonia Sarcina e Colomba Capriglione. Due le composizioni del maestro, docente di direzione di coro e composizione corale al conservatorio di Frosinone. “Memento” sarà interpretato dal soprano Valentina Pernozzoli, contralto Alessandra Diana, tenore Davide Battiniello, basso Massimo Di Stefano, mentre “Cafè Cantante”, altra composizione del maestro Capriglione, sarà interpretato dal Soprano Valentina Pernozzoli, Contralto Alessandra Diana, Tenore Davide Battiniello, voce recitante Stefano Bellu. Al Pianoforte Rossella Marcone. “Sono onorata e grata  agli organizzatori per aver voluto l’esecuzione dei miei componenti – dichiara il Maestro Capriglione – La Biblioteca Nazionale Centrale è un luogo suggestivo e di grande fascino culturale. Si tratta di un percorso che ho intrapreso da tempo e che vede coinvolti anche molti miei discenti. Le attestazioni ricevute in questi ultimi mesi durante le esecuzioni effettuate a Ravello, mi stimolano a perseguire il cammino intrapreso”. La docente è impegnata anche nella riscoperta del contrappunto, fornendo agli alunni del Conservatorio e del Polo didattico, l’opportunità di conoscere le antiche tecniche di composizione. “E’ un progetto che sta riscontrando molto interesse e fornisce ai discenti gli strumenti per leggere la musica antica – continua il maestro Capriglione- Il compito di un docente è fornire strumenti per i nostri allievi  e cerco di assolvere al mio compito didattico, garantendo loro una maggiore conoscenza”.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.