Mobilità e sicurezza: A Traspo Day si parla ai giovani

3Prosegue con successo la seconda edizione di Traspo Day, la fiera del Trasporto e della Logistica inaugurata ieri e in programma fino a domenica, 9 Marzo, nel polo fieristico A1 Expo (uscita A1 Capua).

Davanti a una platea gremita di giovani, stamane si è parlato di sicurezza stradale con l’assessore regionale ai Trasporti, Sergio Vetrella, il direttore dell’Agenzia Campana per la Mobilità Sostenibile (ACAM), Sergio Negro, il Comandante dei Vigili del Fuoco di Caserta, Mario Falbo, il direttore della Motorizzazione civile di Napoli, Giovanni Di Meo e il Comandante della Polizia Locale di Montagnana (PD), Girolamo Simonato.

I relatori hanno illustrato ai giovani quelli che sono i maggiori pericoli alla guida, nell’ottica di un programma di promozione della cultura della sicurezza stradale che ha lo scopo di ridurre il numero di vittime stradali. I dati, purtroppo, parlano chiaro: i più coinvolti sono individui che hanno fra i 20 e i 49 anni di età, in particolare giovani 20-24enni e adulti tra i 40 e 44 anni (Istat). Importante è senz’altro il miglioramento della sicurezza dei veicoli e delle infrastrutture ma molto incide anche l’informazione e la formazione sulle principali regole di sicurezza: il tasso di mortalità in incidenti stradali, calcolato come rapporto tra il numero di morti e la popolazione residente (per 1.000.000), è passato da124,5 nel 2001 a 60,1 nel 2012.

Ieri invece si è parlato di usato e di come possa diventare una risorsa in tempo di crisi. A raccontare la situazione del mercato del “seconda mano” sono stati gli esponenti di due modi completamente diversi di gestire il “business” dell’usato. Da una parte Mario Ferrari Aggradi, direttore di Truck Store Mercedes-Benz, la struttura della Casa di Stoccarda che si occupa della vendita dell’usato, dall’altra Tiziano De Angelis, territory manager di Ritchie Bros. Al di la delle evidenti differenze concettuali nell’intendere lo stesso business, uno esponente di una grande Casa costruttrice, l’altro della più grande Casa d’aste del mondo specializzata in macchine industriali, i due si sono trovati d’accordo su un punto: in un momento di crisi la vendita dell’usato nazionale è destinata in gran parte all’estero (per Ritchie Bros, addirittura il 75%) con la conseguenza di un impoverimento, sia numerico che qualitativo del nostro parco circolante.

Intanto, a Traspo Day 2014 non manca l’aspetto ludico e quello che si prospetta è un week end ricco di eventi. Domani, infatti, oltre agli spettacoli di stuntman e gare di vario tipo, avrà inizio il Traspo Day Show, in cui i protagonisti saranno i più bei camion decorati provenienti da tutta Italia. Ma domani è anche il giorno dedicato alle donne e Fabrizio Piras, il “camionista-scrittore”, terrà un reading in cui celebrerà le sue colleghe. In serata, invece, tutti davanti al grande schermo per vedere “TIR” di Alberto Fasulo, il film che ha trionfato al del Festival Internazionale del Film di Roma.