Teatro

“MIRABILIA” ALLO SPAZIO ZTN


Dal 23 al 25 gennaio andrà in scena lo spettacolo “Mirabilia”, regia di Gabriella Zeno.
I “mirabilia” erano oggetti preziosi, bizzarri, grotteschi o mostruosi che affollavano le cosidette Wunderkammer
, le “Camere delle meraviglie”, prototipi dei nostri odierni musei. Raccolti senza alcun ordine o criterio classificatorio, i “mirabilia” venivano esposti in modo caotico e arbitrario, con l’unico intento di provocare la curiosità e la meraviglia nel visitatore. Allo stesso modo, lo spettacolo Mirabilia è un susseguirsi, in maniera arbitraria, di singole performance dal forte impatto visivo, dove attraverso un “montaggio per attrazione” si dà corpo alla rappresentazione di una piccola raccolta di orrori della nostra contemporaneità; l’infanticidio, il femminicidio, il maltrattamento degli internati nelle strutture sanitarie, i tragici sbarchi di profughi sulle coste italiane, l’avvilente condizione socio-culturale e politica italiana, gli svariati conflitti armati e le guerre disseminate nel mondo. Nata da una riflessione intellettuale ed artistica sul tema del martirio, inteso in senso lato, la piece attinge all’antico repertorio dell’arte sacra cristiana. Attraverso il sudario e le sue dirette e indirette varianti, si costruisce, così, un parallelismo tra il Dio cristiano, agnello sacrificale, e le vicende dei “martiri” delle nostre storie. Lo spettacolo si apre e si chiude con un inserto di danza contemporanea, come rappresentazione della ricerca di Dio. L’inizio è l’apoteosi di un contatto tra l’uomo e la divinità, il senso e il sentimento dell’esistenza di Dio è una certezza interiore, che svanisce forse del tutto e si perde nell’epilogo. Bizzarro, inquietante e stravagante, Mirabilia vuole essere un lavoro provocatorio capace di sorprendere, stupire e perché no, anche indignare il pubblico.


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.