Marco Capretti, di nuovo in Tv con Made in Sud

Ha divertito tutti con le sue Answer, oggi Marco Capretti è uno dei comici più seguiti e divertenti di Made in Sud.

Com’è nato il personaggio delle ANSWER?

Casualmente come tutte le cose più divertenti!

Mentre navigavo su google mi sono incappato sul sito Yahoo Answers ho letto cose allucinanti e le ho stampate subito, poi dopo qualche mese ho provato a leggerle durante uno spettacolo e fu un delirio! Da li anni di lavoro per la ricerca e la sistemazione di centinaia di battute.

Come ti trovi a Made in Sud?

Benissimo la città è davvero meravigliosa ormai vivo metà settimana a Roma e metà a Napoli… non posso chiedere di meglio. Lo staff poi è davvero eccezionale molto coeso, loro si conoscono da anni si aiutano e si vogliono bene e la forza di Made in Sud è una grande idea con un grande gruppo.  Ringrazio gli autori del programma Nando Mormone e Paolo Mariconda che mi hanno inserito in questo fantastico cast!

Quali sono i colleghi a cui sei più legato?

A tutti! Dopo oltre due anni siamo diventati amici, capita spesso di uscire assieme dopo le prove … pensate che la scorsa Pasqua l’ho passata a casa di Lello dei Ditelo Voi!

Quali novità proporrai per la trasmissione?

Da tre edizioni mi esibisco come monologhista che è la cosa che preferisco, presto sentirete parlare di Masterchef, Salutisti, Tatuaggi, Farmacie e … tanto altro 😉

Altri progetti in vista?

Si tanti ma non ve li dico!! Per alcune cose sono scaramantico! Comunque appena finito Made in Sud da Giugno partirà il tour estivo, saprete tutte le date tramite i miei social.

Quando hai capito che avresti fatto il “comico”?

Mi è sempre piaciuto far ridere la gente sin da bambino, ricordo che ero affascinato nel vedere Gigi Sabani fare le imitazioni in tv, quindi provavo ad imitare l’imitatore! Dietro la scrivania di mio padre (che era il mio palco) facevo delle improbabili imitazioni di Beppe Grillo, Mike Bongiorno ed Enzo Tortora! Il problema era per il malcapitato compagno di scuola che era costretto ad assistere allo show.

Come hai cominciato?

Nei villaggi come animatore, quella è stata la mia prima palestra, fondamentale per avere la faccia tosta per affrontare un palcoscenico.  Poi i locali sempre come animatore, piano bar , karaoke … insomma ho fatto davvero di tutto prima di arrivare a coronare il mio sogno: essere un comico.

Un sogno professionale da realizzare?

Credo che nella vita di un uomo ci deve essere sempre un sogno magari “vicino” così che una volta concretizzato se ne possa realizzare un altro. Desideravo fare il comico e pare sia andata, desideravo fare teatro ed ho alle spalle 6 teatrali più due musical, desideravo lavorare con Verdone ed ho partecipato al suo ultimo film “Sotto una buona Stella”, desideravo far parte di una trasmissione comica di successo e sono a Made in Sud… direi che sono ottimista per il prossimo desiderio!

Ma tu sei preoccupatissimo… per qualcosa in particolare?

Della prossima puntata ovviamente!

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.