Aeronautica, Formazione

Luca Parmitano a Napoli…con i piedi per terra!


Il Magg. Luca Parmitano, pilota collaudatore/sperimentatore dell’Aeronautica Militare, astronauta dell’ESA rientrato dalla missione “Volare” dell’ASI, ha fatto visita all’Accademia Aeronautica di Pozzuoli  per raccontare  si agli allievi del corso del Comando Scuole dell’AM, che alle scolaresche, agli studenti universitari, alle autorità intervenute e agli esponenti del mondo accademico, la sua emozionante esperienza sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

Con lui anche i compagni di viaggio: il Comandante russo Fyodor Yurcikhin e l’ingegnere di volo Karen Nyberg di nazionalità americana. Presenti anche  il Comandante delle Scuole A.M., Gen. S.A. Franco Girardi;  i Direttore del 4° Reparto Segretariato Generale Difesa/DNA, il Gen. S.A. Enzo Vecciarelli; il Capo Ufficio Generale per la Comunicazione, Gen. B.A. Claudio Salerno e rappresentanti dell’E.S.A. (European Space Agency), dell’A.S.I. (Agenzia Spaziale Italiana) e dell’Aeronautica Militare.

A dare il benvenuto agli astronauti il Comandante dell’Accademia Aeronautica di Pozzuoli , Gen. S.A. Fernando Giancotti.

DSC00424 Luca Parmitano è  nato a Paternò, in Sicilia ed è stato incorporato nel 1994 in Accademia Aeronautica con il Corso Sparviero IV, un passaggio fondamentale per realizzare il suo sogno di diventare un astronauta. Dopo sei anni come pilota di caccia, è stato selezionato come pilota collaudatore di elicotteri, iniziando una nuova carriera in Francia. Nello stesso periodo ha presentato domanda all’ESA per partecipare alla selezione del nuovo corpo astronauti.

La selezione è stata durissima ma con un percorso durato 4 anni il Magg. Parmitano è passato dall’essere un cadetto astronauta ad ingegnere di volo della Soyuz, nonché operatore del braccio robotico della Stazione e “spacewalker” ben addestrato.

Volare” è stato il nome dato alla missione semestrale che ha visto come uno dei protagonisti il Magg. Parmitano nel ruolo di ingegnere di volo.

Partito con altri due astronauti il 28 maggio scorso da Baikonur, in Kazakistan a bordo di un razzo Soyuz), PARMITANO ha trascorso cinque mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale e ha condotto oltre 30 esperimenti scientifici, effettuando due uscite extra veicolari (EVA) e attività operative oltre alle operazioni di mantenimento dell’avamposto orbitante.

 GLI ASTRONAUTI ITALIANI DI IERI E DI DOMANI

Samantha Cristoferetti

 

Franco Malerba

Il primo astronauta italiano è stato Franco Malerba il 31 luglio 1992. Poi toccò a Umberto Guidoni, Maurizio Cheli, Paolo Nespoli e Roberto Vittori. E dopo Luca Parmitano sarà la volta di una donna, a novembre, Samantha Cristoforetti.


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.