L’IMPORTANZA DELLE OPERE IDRAULICHE SPIEGATA AGLI ALUNNI VENETI

Bottacin, assessore regionale alla difesa del suolo: “Si fa sicurezza e prevenzione anche con la didattica scolastica”.

“E’ stata un esperienza molto piacevole perché ho colto grande interesse nel voler approfondire l’argomento da parte dei ragazzi, che hanno ascoltato il mio ma anche gli altri interventi con un’attenzione che non vedo spesso nemmeno nei convegni organizzati per gli adulti”. Così si è espresso l’assessore regionale alla difesa del suolo Gianpaolo Bottacin dopo aver partecipato questa mattina a un incontro nella scuola media Dante Alighieri di Caldogno (Vicenza), dove è  stato presentato il volume “Archeologia,  storia e idraulica – l’area del bacino di laminazione a Caldogno”.

In un continuo flashback tra contemporaneità e passato, attraverso i diversi interventi che si sono succeduti è  stata ricostruita la storia dell’area di Caldogno dai tempi dei Romani fino ai giorni attuali in cui il sito è ritornato all’onore delle cronache per essere diventato il fulcro della sicurezza idraulica dei territori vicentini, grazie al bacino di laminazione delle piene del Timonchio realizzato dalla Regione con un investimento di oltre 40 milioni di euro.

“Con parole semplici – conclude Bottacin – ho cercato di trasmettere alcuni dati relativi all’opera che abbiamo realizzato a Caldogno, l’importanza che riveste per la sicurezza dei cittadini ma anche gli atteggiamenti corretti da assumere quando si verificano le piene, certo che si può fare prevenzione anche con la didattica scolastica, promuovendo iniziative come quella odierna”.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.