LIBANO: PROGETTI UTILI PER UNA SCUOLA MIGLIORE GRAZIE AL CONTINGENTE ITALIANO

Nei giorni scorsi, i caschi blu della cellula di Cooperazione Civile Militare (CIMIC) dell’unità di manovra ITALBATT, al comando del Colonnello Giovanni Biondi, hanno ultimato numerosi progetti a favore della popolazione locale.

In particolare, il contingente italiano ha equipaggiato una sala ricreativa delle scuole materne di Ash Sh’Aytiyah, mentre alla scuola materna di Al Qulaylah’s – dove l’argomento è stato l’igiene orale per incoraggiare i più piccoli a questo tipo di attività – sono stati distribuiti spazzolini e dentifrici a tutti. L’attività è proseguita poi con la cerimonia di consegna dei diplomi, al termine del corso di italiano, presso la scuola pubblica femminile di Tiro. Il corso, oltre a far conoscere la nostra lingua, ha rappresentato un modo per avvicinare ancora di più i giovani studenti libanesi alla cultura italiana.

L’intensa settimana dedicata ai giovani si è conclusa poi ieri, con il supporto fornito dal contingente italiano alla manifestazione “Vivicittà 2015” nella città di Tiro. Organizzata dall’UISP e dalla Cooperazione italiana in collaborazione con l’ UNRWA – agenzia delle Nazioni Unite che si occupa del supporto e dell’assistenza ai rifugiati palestinesi – la corsa ha visto la partecipazione di più di duecento giovani.

La Cooperazione Civile e Militare del contingente italiano, opera nel pieno rispetto dei compiti assegnati dalla risoluzione 1701 del 2006 delle Nazioni Unite al fine di garantire l’assistenza alla popolazione e migliorare le condizioni di vita e sviluppare l’economia locale.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.