LIBANO: GLI ITALIANI CONCLUDONO DUE PROGETTI PER LA POPOLAZIONE LOCALE

Nei giorni scorsi le componenti della cooperazione civile militare (CIMIC) del Contingente Italiano di UNIFIL, su base Brigata Aeromobile Friuli al comando del Generale Salvatore Cuoci, e della Task Force ITALBATT, su base Reggimento “Genova Cavalleria” (4°) comandata dal Colonnello Giovanni BIONDI, hanno concluso ed inaugurato due importanti progetti nelle municipalita’ di Zibquine ed Al Knaysah, nel sud del Libano.

Nello specifico sono state implementate le capacità idriche dei due villaggi, fornendo due pompe di captazione per i pozzi già presenti e realizzati dai precedenti contingenti italiani della missione UNIFIL.

Durante le cerimonie di inaugurazione, le autorità locali hanno espresso profonda gratitudine e apprezzamento nei confronti dei nostri caschi blu. Questo genere di collaborazioni, oltre a testimoniare la profonda vicinanza del contingente italiano alle istituzioni locali libanesi, contribuisce in maniera sostanziale allo sviluppo sociale ed infrastrutturale delle aree a sud del fiume Litani.

Il supporto alle istituzioni locali attraverso la realizzazione di progetti di cooperazione civile – militare è uno dei molti compiti del Contingente Italiano che opera nell’ambito della missione UNIFIL in attuazione della Risoluzione 1701 delle Nazioni Unite