LIBANO: EVACUAZIONE MEDICA D’URGENZA CON L’ELICOTTERO ITALAIR

ei giorni scorsi la Task Force ITALAIR è stata attivata per una evacuazione sanitaria (CASEVAC – casualty evacuation) per il recupero, mezzo elicottero – nel Libano del sud – di un militare francese di UNIFIL con sospetta ischemia celebrale.

Appena 5 minuti dopo l’attivazione l’elicottero italiano con a bordo il personale medico (AMET – Air Medical Team) di nazionalità francese, ha raggiunto il luogo per l’emergenza dove veniva prontamente imbarcato il paziente che era già stato stabilizzato sul posto. Dopo un volo di circa 30 minuti il velivolo italiano è atterrato, con l’ausilio dei visori notturni, sul tetto del grattacielo sede del St. George Hospital in Beirut per le cure del caso.

Dalla attivazione esecutiva al rilascio del paziente in ospedale trascorrevano quindi circa 45 minuti, tempo estremamente prezioso in situazioni di gravissima emergenza come questa. Il servizio di evacuazione aerea d’emergenza viene  fornito ininterrottamente di giorno e di notte dalla Task Force ITALAIR, con una prontezza di 30 minuti al decollo.

La componente dell’aviazione dell’Esercito (Task Force “ITALAIR”) su base 2° Reggimento AVES “Sirio” costituita da elicotteri AB-212, con compiti d’evacuazione sanitaria, ricognizione della Blue Line, ricerca, soccorso e collegamento ed è alle dipendenze dal comandante di UNIFIL

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.