Solidarietà

Libano: A scuola con la S.O.F.I.A. Onlus


Il Contingente Militare Italiano ha supportato l’Associazione S.O.F.I.A. nella  consegna di materiale scolastico e di un’aula giochi nella scuola della municipalità di Ramadyah, cittadina nell’entroterra del Sud del Libano.
Al taglio del nastro hanno partecipato assieme al presidente Sofia Bianco, anche il  colonnello Angelo Malizia, Comandante di ITALBATT, unità di manovra del Contingente Italiano su base Reggimento Cavalleggeri Guide (19°) insieme alle istituzioni locali e ad un rappresentante del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, alla presenza di numerosi studenti della scuola e le loro famiglie.

DSC_1779pQuesto progetto realizzato dalla cooperazione civile militare (CIMIC) con la S.O.F.I.A. ONLUS, testimonia l’importanza dell’interazione della società civile con i contingenti militari e la grande sensibilità dello stile italiano alle “operazioni umanitarie” per la realizzazione di attività di assistenza alla popolazione civile, in particolare al settore dell’istruzione nel sud del Libano.
La Cooperazione Civile e Militare del contingente opera nel Sud del Libano con la direzione del Comandante del Settore Ovest di UNIFIL e Comandante del Contingente Italiano in Libano, Gen. B. Stefano Del Col.

Cinquantasei sono in totale i colli contenenti giocattoli, materiale scolastico e di cancelleria, insieme ad altri due colli con giochi da tavolo di vario tipo, costituiscono la donazione da parte  della S.O.F.I.A. Onlus e degli imprenditori che la compongono e la sostengono con il loro contributo anonimo. L’ Associazione  è impegnata da mesi nella raccolta di beni di prima necessità procurando anche farmaci e para-farmaci, vestitini, scarpine per i bambini, ma anche arredo per la zona franca.  Questa volta si è pensato anche ai militari in missione, per impegnare il loro pochissimo tempo libero sono pronti a partire anche due colli contenenti giochi da tavolo.DSC_1761p

“L’Associazione S.O.F.I.A. Onlus intende soprattutto promuovere l’aiuto del prossimo,sia a pochi metri da casa che in un paese geograficamente lontano dal nostro” ha riferito alla stampa il presidente Sofia Bianco, accompagnata in questa missione umanitaria dal vicepresidente, Pasquale Raimo, e da uno dei membri della commissione tecnico scientifica della Onlus, la giornalista Katiuscia Laneri, alla sua terza esperienza in Libano, dopo tre da embedded in Afghanistan ed una in Kosovo e formata al Centro Alti Studi della Difesa in Cooperazione Civile Militare.

“Persone come loro che, pur facendo tutt’altro nella vita, danno tanto al prossimo sono motivo di orgoglio italiano all’estero ma anche un valido esempio per i militari stessi” ha commentato il generale Del Col.

 Leggi anche  S.O.F.I.A. Onlus: 58 colli di materiale vario pronti a partire per il Libano

Sfoglia la Fotogallery

 


Rispondi