L’HOLLYWOOD STYLE AL PUNTA MOLINO HOTEL

Per una notte l’aura magica della “Dolce vita” ischitana si è ricreata nell’isola verde, lussureggiante cornice dell’Ischia Global Fest.

La rassegna cinematografica fondata e brillantemente diretta dall’infaticabile giornalista Pascal Vicedomini ha avuto il suo culmine nella Cena di Gala ospitata dal Punta Molino Beach resort & Spa nella splendida cornice del Rangio Fellone, mitico locale simbolo  dei dorati Anni Sessanta e Settanta.

Glamour, mondanità e stelle del cinema internazionale hanno reso la notte indimenticabile, in un mix irresistibile che ha visto accomodarsi ai tavoli i Premi Oscar Jeremy Irons e Tim Robbins e poi Lerner Avil, Paul Allen, Cheryl Boone e Isaacs Stanley, Brook Kellye, nonché i volti famosi di Abel Ferrara, Barbara D’Urso, Aurelio de Laurentis, Cristiano De Andrè, Matteo Rovere e Darina Pavlova: momento toccante, la visibile emozione di Riccardo Scamarcio (ormai single) nel ricevere il premio da Jeremy Irons, mentre un siparietto divertente è stato offerto dalla partecipazione degli attori di Made in Sud.

Di fronte al magico Castello Aragonese, dal tramonto all’alba, si è dunque rivissuto il prodigioso incanto di una notte speciale, ricca di charme e bellezza, eleganza e celebrità, come avveniva  nell’epoca in cui assidui frequentatori dell’isola d’Ischia erano emblemi di classe e aristocrazia come il Patrizio Milanese Luchino Visconti di Modrone conte di Lonate Pozzolo, il Principe d’Assia e Sir William Walton con Lady  Susana Gil Passo, proprietari dei giardini de “La Mortella” paradiso botanico, vanto dell’isola, che ospita quasi un migliaio di piante tropicali e mediterranee.

E in quest’estate dei grandi eventi, in cui icone del fashion come Dolce & Gabbana hanno celebrato il fasto della Storia ambientando sfilate e party nei vicoli e nell’antico centro di Napoli (rilanciando la città partenopea nei circuiti del turismo internazionale) e si avvistano sulla costiera amalfitana tra Positano e Sorrento i supervip più ricercati dai tabloid come i Brangelina con tribù filiale al seguito e la cantautrice pop statunitense Mariah Carey, l’attenzione  è ora concentrata al massimo ora sull’isola verde per  l’Ischia Global Fest e sul by night più ricercato, quello del dancing club Rangio Fellone –  la mitica “rotonda sul mare” del life style ischitano – oggi come ieri frequentato da protagonisti del mondo dello spettacolo, nuovamente sede naturale delle stelle del cinema con l’Ischia Global Fest.

Eugenio Ossani, proprietario del Punta Molino Hotel Beach Resort &Spa non nasconde la sua soddisfazione: Sono orgoglioso di questa scelta da parte di Pascal Vicedomini per la sua serata evento. Il Punta Molino rappresenta un po’ la storia dell’Isola d’Ischia così come la si vorrebbe vedere: sempre piena di ospiti internazionali di prestigio perché è un’isola ricca di attrattive che sa offrire molto ad un pubblico attento e ad un turismo di qualità. Il Punta Molino compie 52 anni ma mi sento di dire che non li dimostra affatto perché ha conservato intatto il suo fascino.”

Poi, un momento particolarmente toccante e coinvolgente quando, alla notizia del drammatico attentato di Nizza, Tim Robbins ha recitato una splendida poesia sulla pace e la speranza che non devono mai morire ed ha aggiunto “Questa sera siamo qui riuniti mentre la vita libera è in pericolo per celebrare insieme a voce alta e libera la manifestazione dello spirito e testimoniare con gioia per tutti quelli che hanno un cuore aperto verso gli altri”.