“Let the Children”, da Gegè Telesforo brano UNICEF dedicato all’infanzia

Gegé Telesforo, testimonial dell’UNICEF Italia, lancia “Let the Children” un brano dedicato ai bambini, scritto e interpretato da Ben Sidran, che nel ruolo di “vecchio saggio” riprende i temi principali di “I Figli”, poesia tratta da“Il Profeta” di Khalil Gibran.

“Let the Children” è la sintesi del lavoro che Telesforo, anche autore della musica, sta svolgendo insieme all’UNICEF e descrive i sentimenti contrastanti di un padre, “il quale alla fine si rende conto che l’unica cosa che può fare per i suoi figli è permettere loro di conoscere il più possibile il mondo, per prendere liberamente le proprie decisioni, senza cercare di influenzarne le scelte o di farli assomigliare a qualcuno”. La voce del giovane Ainé aggiunge all’arrangiamento un tocco di contemporary R’n’B. Da segnalarela partecipazione speciale del mitico Ben Sidran in veste di “filosofo” con un originale “spoken-words”. Il brano fa parte di “FunSlowRide” (International Collective of Music Travellers, in uscita ad aprile, un progetto corale prodotto da Gegé Telesforo con la complicità di Leo Sidran, a cui hanno collaborato oltre 20 tra i migliori musicisti e cantanti della nuova generazione.

Telesforo conduce con l’UNICEF “Soundz for Children-United Musicians for UNICEF”, un progetto che, attraverso la musica, offre ai bambini la possibilità di esprimersi e di comunicare liberamente, rimuovendo tutti gli ostacoli socio-culturali che ne impediscono un armonioso sviluppo psico-fisico. Telesforo è cantante, musicista, conduttore televisivo e radiofonico. Polistrumentista, vocalista, compositore, conduttore e autore di programmi radiofonici e televisivi. Appassionato e profondo conoscitore di musica, in particolare jazz e fusion, collabora con giornali e riviste specializzate. Conosce e pratica lo scat, una forma di canto jazz basata sull’improvvisazione vocale. Nella sua carriera ha duettato con Jon Hendricks, Dizzy Gillespie, Clark Terry, Dee Dee Bridgewater, Giorgia Todrani e altri.