L’Esercito Italiano in giro con “Mira al tuo Futuro”

Sviluppo ed utilizzo di tecnologie sempre più sofisticate, aiuto alle popolazioni in difficoltà, reclutamento e formazione di professionisti di elevata professionalità, sono stati il denominatore comune delle dimostrazioni che hanno caratterizzato le giornate, fino alle 22.00 di ogni sera, dando l’opportunità a tutti i visitatori di conoscere ed approfondire le capacità e le dotazioni che l’Esercito Italiano mette in campo, sia sul territorio nazionale che all’estero.

Si è svolto dal 4 al 7 aprile 2019, presso il Centro Servizi “Vulcano Buono”, l’evento “Mira al tuo Futuro” organizzato dal Comando Forze Operative Sud dell’Esercito Italiano, con il supporto tecnico e logistico del Polo di Mantenimento Pesante Sud di Nola, nell’ambito della programmazione delle attività espositive a carattere nazionale approvata dallo Stato Maggiore dell’Esercito. Temi dell’evento sono stati: formazione, professionalità, tradizioni, valori, tecnologia e sport.

La cerimonia dell’inaugurazione, venerdì 5 aprile, ha visto la partecipazione del Prefetto di Napoli D.ssa Carmela Pagano, il Dott. Gian Marco Nicelli, Amministratore Delegato Vulcano SPA, il Generale C.A. Rosario Castellano, Comandante delle Forze Operative Sud, e la Dott.ssa Anna Manganelli, Commissario straordinario al Comune di Nola. Presenti centinaia di studenti che hanno partecipato alla cerimonia dell’Alzabandiera ed hanno assistito al  lancio dei paracadutisti del gruppo sportivo della Brigata Folgore.

Sviluppo ed utilizzo di tecnologie sempre più sofisticate, aiuto alle popolazioni in difficoltà, reclutamento e formazione di professionisti di elevata professionalità, sono stati il denominatore comune delle dimostrazioni che hanno caratterizzato le giornate, fino alle 22.00 di ogni sera, dando l’opportunità a tutti i visitatori di conoscere ed approfondire le capacità e le dotazioni che l’Esercito Italiano mette in campo, sia sul territorio nazionale che all’estero. La manifestazione si è proposta anche come momento di riflessione sulle attività operative dell’Esercito Italiano e sulla loro importanza. A tal proposito, sono stati organizzati degli incontri mattutini nelle giornate del 4 e 5, nelle sale cinema “The Space”, dove si sono svolte conferenze di orientamento, al fine di illustrare le possibilità professionali che la Forza Armata offre mediante i bandi concorsuali nelle categorie di Ufficiali, Sottufficiali, Allievi delle Scuole Militari e Volontari in Ferma Prefissata.

Nella Piazza Centrale del Vulcano Buono, centro commerciale progettato dall’Architetto Renzo Piano, con 31 aree espositive e 4 aree all’interno della Galleria, il pubblico di tutte le età ha potuto ammirare e toccare con mano numerosi mezzi tecnologicamente avanzati e di ultima generazione come: l’elicottero A129 “Mangusta” di cui si è potuto provare l’ebbrezza del volo grazie al simulatore “ROLFO”; i velivoli a pilotaggio remoto “DRONI”; una Blindo Pesante “Centauro”, un Veicolo Tattico Leggero Multiruolo VTLM “Lince” (in configurazione ambulanza), un veicolo cingolato da combattimento VCC “DARDO”, un Veicolo Tattico Medio Multiruolo VTMM “ORSO” (in configurazione ambulanza) ed un Veicolo Blindato Medio VBM “FRECCIA”.

I visitatori hanno potuto vedere il robot “MK8 – Plus II”, usato per la neutralizzazione degli ordigni esplosivi dagli artificieri del  genio guastatori, ed hanno assistito ad attività interattive d’impiego dei cercametalli nonché del Nucleo EOD (Explosive Ordnance Disposal), che si occupa di rimuovere e rendere inoffensivi gli ordigni esplosivi. Un compito fondamentale per garantire la sicurezza di militari e civili in zone di crisi, ma che spesso risulta necessario anche in Italia per la bonifica dei residuati bellici che vengono alla luce e che possono costituire un serio pericolo per la popolazione, a dimostrazione dell’impiego “dual use” dell’Esercito. Non è mancato uno spazio dedicato alle attività sportive, dove grandi e piccini, hanno potuto divertirsi provando a scalare una parete rocciosa di oltre 7 metri, cimentarsi in un percorso ginnico-sportivo di circa 30 minuti durante il quale svolgere, in gruppo, una serie di esercizi a media e ad alta intensità, ed apprendere le tecniche di autodifesa  applicando i principali movimenti del MCM (Metodo di Combattimento Militare), un sistema di combattimento a distanza ravvicinata che permette di difendersi a chi viene aggredito.

Cuochi militari hanno deliziato il palato dei visitatori con assaggi di pizze e varie degustazioni, preparate in appositi forni campali, mentre una sezione Sanità è intervenuta con uno Shelter Odontoiatrico e Nucleo Disinfettori. A completare lo scenario due binomi cinofili  del Centro Militare Veterinario dell’Esercito. Per gli amanti di veicoli storici, presso le piazze interne della galleria, il Museo della Motorizzazione Militare ha esposto auto e moto d’epoca circondate da uniformi storiche di particolare pregio.

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.