LA GIUSTA COMUNICAZIONE E’ ALLA BASE DEL SUCCESSO


di Katiuscia Laneri

Molti imprenditori che incontro non accettano inglesismi o termini tecnici per cui cercherò di essere il più possibile chiara e concisa nell’articolo che segue e che ho scritto con l’intento di fare chiarezza su un mezzo importantissimo per il successo di qualsivoglia attività, invece spesso non considerato: La comunicazione

Praticità e linguaggio semplice è ciò che mi distingue da sempre, anche come giornalista. La mia professionalità è il risultato di esperienze vissute in prima persona. Indagini e curiosità le ho soddisfatte mettendo sempre in discussione prima me stessa, spesso sbagliando e peccando di ingenuità o inesperienza, ma comunque fatte sul campo. Pura gavetta insomma! Una gavetta di oltre 20 anni e che non finirà mai!

Ma andiamo per ordine…

Che cos’è un Piano di Comunicazione?

Si tratta di un documento strategico, atto a pianificare appunto modi, mezzi, budget e tempi per veicolare un messaggio all’esterno, allo scopo di raggiungere gli obiettivi prefissati. Può riguardare le attività a lungo termine di un’azienda o unicamente il lancio di un nuovo prodotto/servizio. Alcuni piani possono avere una durata pluriennale e vengono generalmente aggiornati in corso d’opera.

IMPOSTARE LA MEDIA STRATEGYScegliere i mezzi più adatti per la campagna pubblicitaria

Pianificare una media strategy significa, dato un budget predefinito, scegliere i mezzi attraverso i quali veicolare il messaggio all’esterno. Il piano mezzi è un documento operativo, nonché il risultato di una strategia a monte. Prima di scegliere e comprare gli spazi pubblicitari bisogna conoscere alla perfezione il mondo dei media e capire quanto possono essere indicati o meno per il nostro prodotto/servizio. Il pubblico a cui ci si rivolge deve corrispondere ad uno specifico target (a chi può interessare il nostro prodotto/servizio?). La campagna pubblicitaria rappresenta le attività attraverso le quali un messaggio viene declinato (anche a livello di contenuti) sui diversi media. Il flight rappresenta invece l’arco temporale in cui verranno programmati gli spot. Alcuni prodotti potrebbero richiedere una campagna pubblicitaria pianificata in maniera stagionale.

Per questo è necessario:

1. DEFINIRE GLI OBIETTIVI DI COMUNICAZIONE:  Cosa vuoi ottenere? Quali sono i tuoi scopi?

Ovviamente, anche la comunicazione ha come fine ultimo quello di vendere. Dobbiamo pertanto definire un flusso logico: se il macro-obiettivo è vendere, i micro-obiettivi dovranno riguardare tutte quelle attività che favoriscono, più o meno direttamente, la vendita.

2. INDIVIDUARE LE BUYER PERSONAS: A chi vuoi rivolgerti?

Il piano di comunicazione deve individuare con esattezza i potenziali clienti dell’azienda. Il target di marketing, ossia i destinatari dei tuoi messaggi, va studiato e approfondito: E’ necessario cioé capire le logiche socio-demografiche, culturali, di comportamento, di consumo e di fruizione dei mezzi dei tuoi potenziali clienti.

3. SCEGLIERE I MEZZI DI COMUNICAZIONE : Come vuoi comunicare?

I diversi mezzi offline e online di cui disponiamo per veicolare i messaggi determinano dal punto di vista della comunicazione il messaggio stesso. La scelta delle aziende ricade solitamente su un mix di strumenti, poiché si tende a considerare comunicazione efficace quella che utilizza più mezzi per raggiungere la massima percentuale di target. Il mix può essere online, offline o scegliere entrambe le modalità, ma deve in ogni caso essere ottimizzato al meglio per un ritorno in termini di investimento. Il piano di comunicazione di una PMI può prevedere solo alcuni tra i tanti mezzi esistenti, mentre quello di una multinazionale strutturata riuscirà a sfruttare contemporaneamente più strumenti. Gli esperti le hanno chiamate le 4P Strategiche della Comunicazione:

Promozione delle vendite (sconti,vendite abbinate,regali,concorsi,raccolta punti)

Personal Selling, la vendita di prodotto/servizio effettuata direttamente dalle persone.

Pubbliche Relazioni, comprendono anche l’ufficio stampa e definiscono le relazioni con i media.

Pubblicità, è una forma di comunicazione a pagamento che permette la divulgazione di un messaggio sui diversi mezzi online e offline. Se il mezzo offline più potente resta a distanza di anni la radio, sul fronte online stanno riscuotendo grande successo i Social Media.

4. ELABORARE UNA SOCIAL MEDIA STRATEGY: Come verrà diffuso il mio brand online?

Quali messaggi veicolerò al mio pubblico? Con quale frequenza posterò i contenuti scelti? Li userò a scopo promozionale o per vendere direttamente i miei prodotti/servizi? I Social Media sono il mezzo più “impegnativo” in assoluto, perciò non pensare di poter far da solo se non hai il giusto tempo (h24-7/7gg) da dedicargli. Stesso discorso vale per il sito internet: La nostra vetrina, il nostro curriculum, il nostro vestito più bello.  Impossibile poter credere di essere in gradi di crearlo e gestirlo completamente da soli. Non per mancate capacità o competenze ma per il tempo e l’attenzione che richiede.

5. ELABORARE UNA CONTENT STRATEGY: Cosa comunicare?

Ciò che rende davvero efficace un piano di comunicazione è la strategia dei contenuti, cioè una serie di linee guida che poi andranno adeguate a ciascun mezzo che si intende utilizzare.

Dunque,

Se stai cercando le soluzioni migliori per ampliare e gestire in modo efficace il tuo business, con la certezza di “ottimizzare” al meglio il tuo budget e ti piacerebbe un piano di comunicazione personalizzato,

SCRIVIMI