Italia Nord Ovest

La Difesa e “Job&Orienta 2014”: prende il via un connubio vincente


Lo Stato Maggiore della Difesa anche quest’anno partecipa alla 24a edizione di Job&Orienta, tradizionale appuntamento dedicato all’orientamento professionale dei giovani. Uno stand interattivo interforze rimarrà aperto al pubblico fino al 22 novembre nel Padiglione 6 della Fiera (viale del Lavoro 8) di Verona.

 

Job&Orienta rappresenta per la Difesa un appuntamento di primo piano per far conoscere ai giovani le potenzialità delle Forze Armate, una vera “risorsa” per il Paese.

 

Presso lo stand interattivo i militari rappresentanti delle quattro Forze Armate illustrano agli studenti, ai loro familiari e ai docenti le diverse realtà di impiego offerte dal mondo militare, raccontando le proprie esperienze professionali e umane con l’ausilio  di internet (con il sito webwww.difesa.it) e dei social network (YouTube, Twitter, Facebook).

 

Nello spazio dedicato all’Esercito Italiano, presente con un team informativo dell’85° Reggimento Addestramento Volontari “Verona” e del 4° Reggimento Alpini Paracadutisti, sono esposti alcuni equipaggiamenti in dotazione e mezzi operativi, quali il Veicolo Tattico Leggero Multiruolo (VTLM) “Lince” ed il Bandvagn 206, veicolo cingolato per operare in ambienti montani e innevati.

 

La Marina Militare coinvolge i ragazzi con il simulatore di plancia della fregata multiruolo Carlo Bergamini da dove gli studenti possono condurre manovre simulate nel Porto di Taranto. Nell’area è esposto anche un modellino statico del Pattugliatore d’Altura classe Sirio, unità navale che è stata impiegata nelle operazione Mare Nostrum per il contrasto alle attività dei “mercanti di morte” nel Canale di Sicilia.

 

L’Aeronautica Militare è presente con il 3° Stormo che illustra al pubblico alcuni aspetti,  dell’attività operativa svolta. I visitatori potranno infatti conoscere come vengono impiegate gli assetti per la ricezione di immagini da satelliti meteo e l’osservazione meteorologica, per l’emergenza antincendio e per la progettazione di aree logistiche operative.  E’ inoltre presente un mezzo VTLM “Lince” in configurazione “porta feriti”, equipaggiato con una  barella ad alto biocontenimento, recentemente utilizzata in una esercitazione di simulazione di intervento per un sospetto caso di malattia infettiva.

 

I militari dell’Arma dei Carabinieri accolgono i visitatori illustrando materiali e mezzi in uso per la quotidiana attività di vigilanza e controllo del territorio e, in particolare, di prevenzione e repressione del crimine. L’allestimento di una “scena del crimine” e l’esposizione di un mezzo di primo intervento offre l’occasione per conoscere le modalità con cui opera il personale della sezione investigazione scientifiche.


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.