La Coppa Italia Rugby femminile a Napoli dice stop al femminicidio

L’Amatori Napoli Rugby A. S. D. in collaborazione con la Federazione Italiana Rugby ha organizzato per domenica  19 aprile 2015, alle ore 14,   presso l’impianto sportivo Virgiliano una delle “Tappa di Coppa Italia di Rugby Seven Femminile”, con la partecipazione di 7 squadre provenienti dalle regioni:  Calabria, Puglia, Molise e Campania.

L’Amatori Napoli Rugby, con questo appuntamento  si pone due obbiettivi: si allo sport, sensibilizzando la pratica del Rugby femminile, da sempre disciplina nobile per i principi ed i valori che lo contraddistinguono, Stop al femminicidio  ed alla violenza sulle donne, fenomeno questo che purtroppo vede la Campania con il più alto numero di femminicidi tra le regioni Italiane.

Domenica prossima, scenderanno in campo le ragazze dell’Amatori Napoli Rugby per dare il loro sostegno alle donne che combattono quotidianamente le loro battaglie,  che le vedono violentate e violate sotto tutti i punti di vista, da  uomini pronti a disprezzarle e a colpirle nelle loro case, nelle strade e sui posti di lavoro.

“ Lo sport come cura o antidoto o più semplicemente come valvola di sfogo – così il presidente della società sportiva Amatori Napoli Rugby, Diego D’Orazio, spiega come nasce questo appuntamento. Dopo aver proposto alla Federazione di inserire Napoli tra le tappe della Coppa, e aver parlato con le nostre atlete, il desiderio e la volontà di associare lo sport del rugby, da sempre contraddistinto dal forte spirito di lealtà e dagli alti valori, alla battaglia contro il femminicidio è stato un tutt’uno. Siamo una goccia in un oceano, ma lo sport dovrebbe essere non solo tifo, ma anche e soprattutto portatore di sani principi, se si pensa che i primi “passi  sportivi” si muovono  da ragazzini che saranno gli sportivi e gli uomini del futuro”.

La Tappa napoletana è  valida come  7^ giornata del Torneo a cui partecipano le seguenti Società:

Amatori Rugby Torre del Greco (62 punti), Panthers Rugby Team A.S.D. di Bari (58), Rugby Vesuvio A.S.D. di Cercola (56), A.S.D. Rugby Rende di Cosenza (36), 1°Circ.N.Zingarelli  A.S.D. Orta Nova di Foggia (30), Cus Molise A.S.D. di Campobasso ( 24), Amatori Napoli Rugby A.S.D.  (10 punti, la squadra però ha giocato solo due tappe perché si è inserita successivamente).

Le squadre sono divise in 2 gironi (1 da 4 e 1 da 3).

Al termine del campionato (il 10 maggio 2015) la prima classificata e forse anche la seconda, parteciperanno alla finale nazionale, con le vincenti degli altri gironi, finale che si svolgerà probabilmente a Parma il 24 maggio p.v.

L’incontro napoletano è patrocinato dal Comune di Napoli, dagli assessorati allo Sport e alle Politiche Sociali, nell’ambito delle iniziative di sensibilizzazione sul fenomeno del “femminicidio” nella Regione Campania. Per l’occasione inoltra la Società Amatori Napoli Rugby ha stampato una t-shirt, che sarà distribuita domenica con lo slogan: “ Con il rugby per non dargliela vinta” (lato A),  “Perché l’indifferenza favorisce l’oppressione. Noi ci schieriamo! ”  ( latoB).

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.