Italia Nord Ovest

KFOR: LA PRESENZA DEI MILITARI ITALIANI INCORAGGIA A INVESTIRE IN KOSOVO


Il Comandante della Kosovo Force (KFOR),Generale di Divisione Francesco Paolo Figliuolo, ha ricevuto oggi, presso il Quartier Generale multinazionale di KFOR, l’ambasciatore d’Italia a Pristina, S.E. Andreas Ferrarese.

Il Generale Figliuolo e l’Ambasciatore Ferrarese hanno discusso dell’attuale situazione in Kosovo e del ruolo fondamentale giocato da KFOR nel garantire un ambiente sicuro e la libertá di movimento necessarie premesse allo sviluppo della regione.

L’Ambasciatore Ferrarese ha sottolineato il notevole contributo fornito alla NATO dalle Forze Armate italiane, presenti in Kosovo dal 1999, per la stabilizzazione di questa delicata zona dei Balcani che rappresenta una delle regioni di maggiore interesse geopolitico e strategico per il nostro Paese.

“KFOR e tutti gli uomini e le donne con le stellette del contingente italiano da sempre garantiscono sicurezza e favoriscono lo sviluppo economico, sociale e politico del Kosovo e più in generale dell’area balcanica”, ha detto l’Ambasciatore Ferarrese, aggiungendo che “le nostre Forze Armate, con il loro operato, contribuiscono a creare le condizioni di stabilitá e sicurezza che incoraggiano gli investitori italiani ad aumentare la loro presenza in Kosovo con conseguenti
indubbi benefici per questo territorio”.

L’Italia rappresenta, infatti, uno dei principali sostenitori della missione NATO in Kosovo, con circa 550 militari impiegati e ne detiene per il secondo anno consecutivo la leadership con il Generale Figliuolo al comando di oltre 5000 militari appartenenti a 31 nazioni.


Rispondi