IL TURISMO IN CAMPANIA E LA NUOVA LEGGE REGIONALE

Legge regionale sul turismo: opportunità, criticità e impatto in Campania. Ne discutono imprenditori, docenti universitari, Istituzioni ed esperti del settore in un dibattito organizzato dal Touring Club Italiano, grazie al Corpo Consolare della Campania e al Club di Territorio di Napoli, in programma domani, venerdì 28 novembre (ore 17,30) al Circolo Artistico Politecnico (piazza Trieste e Trento 38, Napoli).

 

La legge regionale innova dopo 31 anni di attesa la disciplina del turismo in Campania riordinando le competenze sul tema di Regione, Comuni, Province e Città metropolitane. Prevede un tavolo istituzionale per le politiche turistiche, poli turistici locali intesi come aggregazioni di soggetti pubblici e privati che operano nelle aree a vocazione ricettiva e  scioglie Ept e Aziende Autonome di Soggiorno e Turismo il cui personale viene trasferito in Regione.

 

È da accogliere positivamente, nel complesso, ma non mancano i pareri contrari su alcuni aspetti della normativa. Scopo dell’incontro è mettere a confronto le opinioni di illustri rappresentanti del comparto.

 

Partecipano al dibattito Franco Iseppi, Presidente del Touring Club Italiano, Mauro Sciarelli, Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese all’Università Federico II di Napoli, Pasquale Sommese, Assessore allo Sviluppo e alla Promozione del Turismo della Regione Campania, Costanzo Iannotti Pecci, Direttivo Confindustria, Costanzo Iaccarino, Presidente di Federalberghi Campania, Giancarlo Carriero, Presidente della Sezione Turismo dell’Unione Industriali di Napoli, Maurizio Maddaloni, Presidente della Camera di Commercio di Napoli, Giulio Pane, Ordinario di Storia dell’Architettura all’Università Federico II di Napoli, Adriano Gaito, Presidente dell’Associazione Circolo Artistico Politecnico, Giovanni Pandolfo, Console TCI per la Regione Campania. Modera Enzo Agliardi, giornalista economico.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.