Il sound di Enrico Crivellaro a The Untouchables

Si pronostica un serata emozionante per sabato 26 marzo: a partire dalle ore 21.00, The Untouchables Show Dinner Club di Bassano del Grappa ospiterà  il repertorio di  Enrico Crivellaro Band.

Il chitarrista sarà accompagnato da una band eccezionale, che vede Pietro Taucher al piano e all’organo Hammond; completano l’organico l’udinese Simone Serafini, riconosciuto come uno dei migliori bassisti nella scena Blues e Jazz italiana, e il batterista toscano Carmine Bloisi. Conterraneo, in seguito trasferitosi a Los Angeles, Enrico Crivellaro si caratterizza per essere un chitarrista eclettico ed un vero stilista del Blues i cui dischi sono passati agli scaffali dedicati ai  “Guitar Hero”, accanto a Chet Atkins, Eric Clapton e molti altri. La natura sincera di Enrico Crivellaro e la sua dedizione umile e genuina alla musica, fotografano adeguatamente il suo status di chitarrista di fama internazionale, da molti indicato come uno tra i più influenti della sua generazione.

Costantemente in viaggio con valigia e chitarra, Crivellaro negli ultimi anni ha allargato i propri orizzonti con tour regolari negli Stati Uniti e in Canada, in Sudamerica, in tutta l’Europa, nel Sud-Est Asiatico e in Australia. Si è formato studiando con tre grandissimi della musica: Ronnie Earl, Duke Robillard e Kenny Burrell; inoltre  ha maturato una formidabile esperienza con alcune band storiche dividendo il palco con colleghi del calibro di Luther “Guitar Jr.” Johnson, Mel Brown e Jeff Healey.

Al tempo stesso raffinata ed esplosiva, la chitarra di Enrico è stata ascoltata nei maggiori festival dei sei continenti, e vista sul palco e in tour con un fenomenale assortimento di musicisti, tra i quali leggende come Jeff Healey e Lee Oskar dei “War”. Un chitarrista che ha imparato il mestiere “alla vecchia”, Crivellaro non ha preso scorciatoie; ha semplicemente ripetuto per migliaia di volte quell’atto di devozione alla musica che è il concerto dal vivo.