Il Papa a Napoli: Presidio dei volontari della S.O.F.I.A. Onlus alla Stazione Centrale

Anche l’ Associazione S.O.F.I.A. Onlus  è parte della Consulta delle aggregazioni laicali, guidata dal vicario episcopale Mario Cinti e da Maria Pia Condurro, impegnata ad annunciare la venuta di Papa Francesco a Napoli.                                           

In questi due ultimi fine settimana che  precedono l’arrivo del Papa, infatti, all’interno della Stazione Centrale di Napoli, Piazza Garibaldi, i volontari laici hanno   distribuito il programma della giornata del 21 marzo e chiesto alla gente che hanno incontrato :   «Cosa ti aspetti da papa Francesco?».

Le risposte più diffuse sono state: “La speranza”, “il cambiamento”, “il coraggio”, “una nuova forza”.

“Vogliamo annunciare la venuta della speranza, la possibilità di cambiamento”, ha spiegato Sofia Bianco, Presidente dell’ Associazione S.O.F.I.A. che racconta: Molto toccante è stata la domanda di Lucrezia, una bambina di Mugnano di appena sette anni: “Ma adesso che arriva il Papa saremo tutti più buoni?”

Sofia Bianco ha rassicurato la piccola Lucrezia: “Quando nel ‘90 venne Papa Giovanni Paolo II, ci chiese di realizzare la speranza e ora noi ci crediamo ancora. Interrogare gli altri è come interrogare noi stessi — spiega sempre il presidente -. Essere qui oggi significa intraprendere un cammino di speranza che “culminerà” ma non terminerà il 21 marzo. In città c’è tanta voglia di cambiamento».  

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.