Il mio collega robot: le due facce positive della robotica per le aziende

Ne hanno discusso IIT, CNR e Centro Piaggio, a Castelfranco Veneto, al workshop organizzato da t2i Trasferimento Tecnologico e Innovazione e dall’azienda BNP srl.

Internet of things, digital factory, sistemi cyber-fisici: le fabbriche con macchine connesse capaci di modificare i modelli produttivi della tradizione manifatturiera sono il paradigma dell’Industria 4.0 in cui i robot diventano collaborativi condividendo lo spazio di lavoro con l’uomo.

Due le facce (entrambe positive) delle applicazioni della robotica per le aziende, che il workshop intende portare alla luce. Da un lato, la robotica collaborativa è sinonimo di flessibilità, produttività e immediatezza, ma anche di dubbi e paure dovute alla poca applicabilità di queste tecnologie in contesti industriali tradizionali. Il seminario intende invece dimostrare come l’ampio spettro delle applicazioni robotiche, quella collaborativa in primis, sia di facile accesso anche per aziende non di grandi dimensioni e porti vantaggi concreti mantenendo comunque la centralità dell’operatore umano.

Dall’altro lato, la robotica avanzata, la scienza che studia robot con spiccate caratteristiche di autonomia che operano in ambienti non strutturati o scarsamente strutturati, non pone limiti alle applicazioni. 

Obiettivo della giornata è stato dunque fornire alle imprese una visione a 360° sul mondo della robotica collaborativa ed avanzata, attraverso la voce dei massimi esperti del settore per fare in modo che le imprese non si trovino impreparate al cambiamento, ma ne facciano parte.