Italia Nord Ovest

Il Force Commander di UNIFIL incontra gli Ambasciatori dei Paesi contributori alla missione ONU


L’Head of Mission e Force Commander di UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon), Generale Paolo Serra, ha convocato un incontro con gli Ambasciatori dei Paesi contributori alla missione ONU e degli Stati membri permanenti al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, a cui ha partecipato anche il Rappresentante della delegazione della EU.

Nel corso del meeting, che si é svolto a Beirut presso la nuova UNIFIL House, il Generale Serra, in previsione del prossimo termine del proprio mandato, ha colto l’occasione per formulare il  ringraziamento per il sostegno ricevuto e di seguito ha illustrato gli aspetti piú delicati connessi al mandato, fornendo un aggiornamento del quadro operativo riferito alla  situazione nel Sud del Libano, in un momento di peculiare fragilitá degli equilibri di tutta la regione mediorientale. 

Nell’ambito di quanto giá definito lo scorso 17 giugno, nel corso della conferenza internazionale di Roma, é stata sottolineata l’importanza dello strategic dialogue, progetto di sostegno alle Forze Armate Libanesi teso a incrementarne la capacitá operativa nel sud del Libano.

Il Force Commander ha concluso mettendo in evidenza come UNIFIL promuova e faciliti anche accordi bilaterali tra le Istituzioni libanesi e i donors della Comunitá internazionale, al fine di costruire una concreta partnership di sostegno alle Forze Armate Libanesi in un momento in cui il mantenimento della sicurezza del Libano é fondamentale per tutto il Medio Oriente.

Hanno presenziato all’incontro gli Ambasciatori e i rappresentanti di Austria, Bangladesh, Belgio, Brasile, Cipro, Finlandia, Germania, Grecia, Ungheria, Indonesia, Italia, India, Korea del Sud, Malaysia, Nigeria, Serbia, Spagna e Turchia; nonché gli ambasciatori dei Paesi membri permanenti del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite: Cina, Francia, Gran Bretagna e USA .

Come noto Unifil opera in un contesto molto delicato che dal 1978 ad oggi é in continua evoluzione.  L’Head of Mission e Force Commander di UNIFIL esercita le funzioni assegnate nell’ambito della Risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite del 2006, grazie all’azione portata avanti sul terreno da 38 differenti Nazioni che contribuiscono alla missione con circa 12000 peacekeepers. 


Rispondi