Italia Meridionale

Il Festival Francescano saluta Rimini


Domani (domenica 28 settembre) sarà la giornata conclusiva di un festival, quello francescano a Rimini, che sta registrando molte presenze; a partire dagli oltre 4.000 studenti che hanno partecipato alle attività didattiche tra venerdì e sabato. Rilevante anche la presenza di frati, suore e laici francescani che, cogliendo l’invito di Papa Francesco e del Vescovo mons. Francesco Lambiasi, cercano di dare “una scossa di gioia” attraverso le loro testimonianze portate nelle piazze, tra la gente. Ecco il programma di domenica 28 settembre.

Prosegue il tradizionale programma di spiritualità, con l’adorazione eucaristica presso il Monastero delle Clarisse e i religiosi a disposizione per dialogo e confessioni in piazza Tre Martiri. Nell’anno della sua santificazione, sono inoltre esposte le reliquie di Amato Ronconi, terziario francescano. La celebrazione eucaristica, presieduta dal Vescovo, si terrà alle 10 nel Tempio Malatestiano (in diretta su Rete4) e alle 11.30 suor Elena Bosetti, volto noto del programma “A Sua immagine” di Rai1, annuncerà il “Vangelo della gioia”.

Intrattenimento per tutta la famiglia, a partire dal mattino. Tra i numerosi appuntamenti in piazza Tre Martiri: un divertente laboratorio di illustrazione, in collaborazione con Edizioni Terra Santa (ore 11.30); il superquizzone geografico con l’Italia in Miniatura (dalle 16 alle 18);  giganteschi personaggi (spaghetti volanti, serpenti da cavalcare e bolle vaganti) che sprizzano gioia da tutti i pori (dalle 16.30)!

Presso il Tempio Malatestiano, alle 15 il confronto tra il filosofo Salvatore Natoli e Vittorio Robiati Bendaud (della Fondazione Maimonide), moderati da Sabina Fadel (caporedattrice de “Messaggero di sant’Antonio”) punterà l’attenzione sul tema della ricerca della felicità nei libri sapienziali. Il programma conferenze termina alle 17 con un ospite molto speciale: l’Arcivescovo metropolita di Manila card. Luis Antonio Tagle, tra i protagonisti della “nuova” evangelizzazione voluta da papa Francesco, che affronterà il tema delle beatitudini nelle periferie del mondo.

Dalle 14.30, nel salottino di piazza Tre Martiri, spazio all’incontro con gli autori. S’inizia con Alfio Filippi, direttore emerito delle Edizioni Dehoniane di Bologna, con il suo “Commentario del Nuovo Testamento”. Alle 16, Elena Parasiliti, già direttrice di Terre di Mezzo, racconta “Storie di riconciliazioni possibili”. Spazio alla fantasia con Stefano Gorla e un curioso personaggio: il topino Jorge (ore 16.30). Ultima presentazione alle 17 con il saggio di Salvatore Natoli “L’educazione alla libertà”.

Alle 18, sempre in piazza Tre Martiri, si terrà la consegna della lampada del Festival alla città che accoglierà l’edizione 2015.


Rispondi