IL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMPANIA APPROVA LA LEGGE SULLA PESCA

Il Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Pietro Foglia, ha approvato all’unanimità (37 voti favorevoli)  la Normativa per la disciplina della pesca marittima e dell’acquicoltura” che disciplina le attività della pesca marittima e quelle ad essa connesse: il pescaturismo, l’ittiturismo, la pesca sportiva, le attività legate all’allevamento. La proposta di legge è stata introdotta all’esame dell’Aula dal Presidente della VIII Commissione, Carmine Mocerino (Udc) che ha sottolineato: “ il ‘testo unico’ è volto a favorire lo sviluppo del settore a sostegno dell’economia e dell’occupazione e colma un annoso ritardo nel recepire le normative europee. La pesca e attività connesse sono improntante sui principi della tutela, dell’incremento e del riequilibrio biologico della fauna ittica favorendo la valorizzazione e l’incremento delle risorse biologiche marine e lo sviluppo socio economico derivante da tali attività”. Tra i contenuti della legge, il Programma triennale regionale della pesca e dell’acquicoltura di competenza della Regione, che punta sul concetto di qualità globale e della salubrità delle condizioni di lavoro nonché della formazione. Sono, inoltre, previsti strumenti di consultazione degli Enti locali e degli attori economici interessati, tra cui la Consulta regionale del mare, la Commissione consultiva locale della pesca, i Distretti di pesca e i Consorzi di gestione della piccola pesca artigianale.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.