HANDICAP: PRESIDENTE ZAIA INAUGURA CENTRO ‘ROSA CANINA’ A MONTEBELLUNA

Per il presidente del Veneto “il livello di civiltà di una società si misura da come questa si occupa dei più deboli”

“Una persona su cinque in Veneto fa volontariato. E’ questo il punto di forza dei veneti, il segreto del successo del territorio veneto. Che cosa significa questo? Che in Veneto quotidianamente c’è qualcuno che gratuitamente si sostituisce allo Stato che non c’è”. E’ quanto ha messo in luce il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, inaugurando oggi, a Montebelluna, il centro occupazionale per disabili realizzato dall’associazione “la Rosa Canina”, fondata e diretta da Renato Cima.

“E’ questo spirito di volontariato e di responsabilità sociale che anima Renato Cima e i suoi collaboratori, le famiglie e le centinaia di migliaia di volontari veneti. E’ questo il termometro della civiltà della nostra comunità”, ha ribadito il governatore, salutando insieme al sindaco di Montebelluna Marzio Favero, ospiti, operatori, famiglie e amministratori del territorio.

Per il presidente del Veneto “il livello di civiltà di una società si misura da come questa si occupa dei più deboli” e il Veneto ha in questo un primato, che “deriva dalla propria tradizione culturale e sociale, fondata sui valori cristiani della solidarietà e della condivisione”. “Non è un caso, infatti – ha annotato – se quando avviene qualche emergenza o catastrofe. i primi ad accorrere sono i volontari veneti”.

“Ecco perché ho scelto oggi di essere qui – ha proseguito Zaia – Un presidente di Regione è invitato a decine di inaugurazioni, ma ho preferito partecipare a questo ‘taglio del nastro’ per dimostrare che lavorare per la comunità, occuparsi del sociale, fare sacrifici perché qualcuno che non ce la fa sia aiutato, è importante e fa notizia. Soprattutto in questo momento non facile: i tagli ai finanziamenti pubblici per sanità e sociale quest’anno ammontano a 422 milioni a livello nazionale, 44 a livello regionale”.

“Per questo, nonostante i tagli finanziari – ha assicurato Zaia –  vogliamo continuare a sostenere i tanti progetti del volontariato. Perché siamo riconoscenti a chi dimostra con i fatti che si  può fare in modo che chi ha tanto abbia un po’ di meno e chi ha poco o nulla abbia un po’ di più”.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.