Giubileo della Misericordia: Napoli si infiamma di Spirito Santo

Sabato 14 maggio 2016 si celebrerà il Giubileo della Misericordia rivolto alle associazioni e ai movimenti ecclesiali presenti sul territorio della Diocesi di Napoli. Fortemente voluto dal Cardinale Arcivescovo Crescenzio Sepe, l’evento metterà insieme le oltre 100 aggregazioni laicali coi loro aderenti e come egli ebbe a dire già più volte, anche questo Giubileo diventa «Un momento di grande gioia e fiducia in spirito di comunione e corresponsabilità ecclesiale, che vede nei laici il forte e grande contributo della loro esperienza al cammino pastorale della Chiesa metropolita napoletana».

Il Giubileo della Misericordia voluto da Papa Francesco è un’occasione straordinaria di meditazione sulla natura dell’uomo, sul peccato, la redenzione e sulla misericordia. Questo motivo spinge il pontefice ad un richiamo forte su temi di grande attualità, come la condanna alla criminalità organizzata e alla corruzione. Temi presenti ovunque ma sempre nel cuore del Cardinale Sepe che vede nei laici la forza adeguata, la voce possente per gridare un netto ‘No’ alla morte e un grande ‘Si’ a Gesù Cristo l’Uomo che crocifisso e risorto, è la luce vera che genera i colori nella Chiesa.

Queste sono le associazioni, i movimenti: colori di un solo arcobaleno che fuoriescono dall’incontro della Luce con un prisma: Cristo. Il programma quindi prevede un appuntamento presso le basiliche del Carmine Maggiore e di Santa Chiara dove i pellegrini verranno accolti sin dalle ore 16,30 partecipando alla liturgia penitenziale nel corso della quale ci si può confessarsi. Alle ore 18.30 i pellegrini si sposteranno in corteo per raggiungere la Chiesa Cattedrale, attraversare la Porta Santa della Misericordia e partecipare alla veglia pentecostale presieduta dal Cardinale Arcivescovo Crescenzio Sepe. Una moltitudine di colori uniti da una sola Fede.