E’ italiana la tecnologia che combatte Alzheimer e Parkinson

La nuova soluzione made in Italy usa l’intelligenza artificiale e i big data per una migliore diagnosi, la riduzione del loro impatto sociale e il contenimento dei costi sanitari.

Diagnosticare precocemente l’insorgere delle patologie, unitamente a una più precisa definizione dei protocolli di cura permetterebbero, infatti, l’anticipazione delle terapie con benefici sulle condizioni di salute dei pazienti, e porterebbero a “ridurre l’impatto sociale delle malattie e a contenere i costi sanitari”.

Lo strumento messo a punto dal team guidato dal Cnr, sarà ulteriormente affinato conducendo “un’analisi in retrospettiva su grandi quantità di dati di diversa natura e biomarcatori”. Obiettivi a lungo termine e ambiziosi, per raggiungere i quali la piattaforma si evolverà nel tempo, integrando nuovi dati, modelli e tecnologie messi a punto in ulteriori progetti.

Lo Iasi-Cnr, in particolare, svilupperà gli aspetti di modellistica e bioinformatica, mentre la Fondazione Rita Levi-Montalcini avrà un ruolo centrale nelle attività di laboratorio e nella definizione dei modelli, con ACT Operation Research impegnato a coprire gli aspetti di sviluppo e ingegnerizzazione del sistema di supporto alle decisioni.

Il progetto MoDiag è una delle 141 iniziative finanziate dalla Regione Lazio nell’ambito del programma LIFE 2020. Iniziato a gennaio 2017 è previsto concludersi a luglio del 2019.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.