E’ in libreria “Figli virtuali” di D’Errico e Zizza

Scritto a due mani da una mamma, Annalisa D’Errico, e da un papà, Michele Zizza, il volume introduce genitori e educatori nel complesso compito di interpretazione del mondo digitale, soprattutto in riferimento a bambini e preadolescenti.

“Figli virtuali” si rivela uno strumento agile ed efficace per accompagnare tutte le figure che circondano i più giovani in un percorso ad ampio raggio. Si affrontano i temi dell’analfabetismo funzionale e digitale e delle fasi di crescita del bambino, che va accompagnato nell’esplorazione, tra educazione e complicità. Vengono poi approfonditi rischi, regole e potenzialità delle nuove tecnologie, fornendo alcuni suggerimenti sull’uso corretto e consapevole di web, social network, applicazioni e chat.
Gli autori
Annalisa D’Errico, laureata in Lettere Moderne a indirizzo filologico presso l’Università degli Studi di Torino, comunicatrice istituzionale e social media manager, esperta in nuovi media e editoria, svolge attività di formazione, divulgazione e ricerca sui temi legati alla cultura digitale.
Michele Zizza, laureato in Scienze della Formazione con una tesi sulla digital life e l’insidioso fenomeno del cyberbullismo, ora laureando in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo presso il Dipartimento CoRiS dell’Università «La Sapienza», ha un blog su «HuffPost Italia», dove scrive di aspetti sociologici correlati ai nuovi media.
Il manuale è arricchito dai contributi di Luca Bolognini, avvocato del foro di Roma e presidente dell’Istituto Italiano per la Privacy e la Valorizzazione dei Dati; di Camilla Bistolfi, giurista e direttrice del Centro Nazionale Anti-Cyberbullismo; e di Chiara Spalatro, insegnante di italiano e storia nella scuola secondaria di 1° grado, formatrice e animatrice digitale.
La prefazione è affidata al magistrato Filomena Albano, titolare dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.