Turismo

Discover the other Italy all’ArtPort Gallery dell’Aeroporto Olbia Costa Smeralda


Il bello dell’Italia in mostra, al di là di Venezia, Firenze, Capri o Portofino. E’ il concept alla base di “Discover the other ITALY”,
esposizione fotografica patrocinata Expo 2015, Enit (Ente Nazionale del Turismo Italiano) e con la partecipazione di
FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano, che ha la sua preview nazionale all’Art Port Gallery dell’Aeroporto di
Olbia Costa Smeralda (dal 7 agosto al 30 settembre). Attraverso 210 scatti, 10 per ogni Regione
più 10 per Milano, città che dall’1 maggio al 30 Ottobre 2015 ospiterà l’Esposizione Universale,
Discover mette l’accento su luoghi non così scontati e famosi, oltre che su borghi, monumenti, arti e tradizioni da riscoprire.
A realizzare gli scatti, ventuno fotografi selezionati in tutta Italia fra centinaia di candidati e originari per lo più
della Regione di riferimento, autori capaci di interpretare il territorio dove sono nati o hanno scelto di vivere.
Ecco così apparire sotto la voce “Veneto”, il Tempio Olimpico di Vicenza e la piazza Prato Della Valle di Padova
al posto di Venezia e Verona, interpretate quest’ultime da una visione insolita di Burano (senza canali e acqua), e
da una meravigliosa villa veneta “fuori porta”. In Campania, niente Napoli, Pompei o “Piazzetta”, bensì una sontuosa dimora
alle pendici del Vesuvio, la villa romana di Oplontis e la Certosa di Padula, la più grande d’Italia. In Sicilia, spazio alla
Magna Grecia di Segesta al posto della Valle dei Templi di Agrigento e alle isole di Linosa e Levanzo, fra le più suggestive
(e meno battute) del Meditteraneo, rispettivamente degli arcipelaghi delle Pelagie e delle Egadi.
Un excursus visivo che offre anche rapidi spunti di viaggio, con didascalie che geolocalizzano le singole destinazini
rispetto al capoluogo e a Milano-Expo.
Da qui la definizione e creazione del marchio GeoExhibition, ideato e realizzato, come tutto il progetto di
“Discover the other ITALY”, da Lorenza Scalisi, giornalista professionista dello studio ScalEasy Communication, coadiuvata
da Silvia Frau, giornalista specializzata in viaggi Project Consultant, e Chiara Cadeddu, fotografa professionista Photo Editor.
A questa esposizione sul territorio si affianca una galleria di ritratti di volti noti firmata dal Maestro Giovanni Gastel,
Presidente AFIP (Associazione Fotografi Italiani Professionisti). Una mostra nella mostra che ha l’ intento di raccogliere fondi
per il restauro di Villa Arconati: il 100% del ricavato della vendita di tali ritratti andrà infatti al recupero di questa preziosa
testimonianza architettonica di Castellazzo di Bollate, a pochi minuti dal centro di Milano, oggi location di eventi
internazionali come il Festival di Villa Arconati (per l’acquisto, info sul sito www.discovertheotheritaly.com).
A prestarsi per questa causa benefica, nomi che rappresentano nel mondo varie “sfumature” dell’eccellenza Made in Italy:
moda, cinema, musica, arte, design, architettura e sport, interpretati dai volti di Monica Bellucci, Tiziano Ferro,
Ferruccio Ferragamo, Piero Lissoni, Margareth Madé, Antonio Marras, Fabio Novembre, Francesca Piccinini, Arnaldo Pomodoro,
Eva Riccobono, Massimiliano Rosolino, Matteo Thun, Santo Versace.
A fare da collante fra Discover e la Gallery Gastel, uno dei dieci scatti di Milano realizzati dall’autore selezionato,
il meneghino Doc Vittore Buzzi: suggestivo set la Fontana di Diana della “Versailles di Milano”, la dimora di Castellazzo appunto,
e al centro, l’artista jazz Paolo Fresu, un talento “Made in Berchidda”, provincia Olbia-Tempio, che è anche un omaggio a questa
preview sarda della mostra.
Discover proseguirà poi il suo tour a Torino, ospitata da Eataly per tutto il mese di ottobre, in contemporanea con il Salone del Gusto.
Unico contributo straniero in un progetto che parla italiano al 100% è quello di Guy Lalibertè, fondatore del Cinque
du Soleil e fotografo d’eccezione autore di GAIA, raccolta di straordinarie immagini della Terra realizzate a bordo di un
satellite, a 350 km dal suolo. Punto di contatto con Discover due foto della Sicilia vista dallo Spazio, in vendita
(come tutte le foto di GAIA su onedrop.org/gaia) per sostenere la ricerca di sorgenti d’acqua nelle zone aride del globo:
un progetto d’arte e insieme un aiuto concreto all’ambiente, in perfetta sintonia con i temi di Expo 2015,
“Nutrire il Pianeta, Energia per la vita”.
Decolla dall’aeroporto Olbia Costa Smeralda il tour della mostra.
Per ri-scoprire l’ Italia in 210 scatti.
per Milano Vittore Buzzi, per la Lombardia Marco Bottigelli, per la Liguria Silvio Massolo, per il Piemonte Elena Givone,
per la Valle D’Aosta Pietro Celesia, per il Trentino Alto Adige Helmuth Rier, per il Friuli Venezia Giulia Luigi Vitale,
per il Veneto Moreno Geremetta, per l’ Emilia Romagna Andrea Samaritani, per la Toscana Luca Venturi,
per il Lazio Alessandro Anglisani, per l’ Umbria Alfonso Della Corte, per le Marche Massimo Feliziani, per l’ Abruzzo
Luciano D’Angelo, per il Molise Francesco Morgillo, per la Campania Giovanni Auricchio, per la Puglia Claudio Brufola,
per la Basilicata Arcangelo Palese, per la Calabria Alfonso Morabito, per la Sicilia Alfio Garozzo, per la Sardegna Nicoletta Muscas


Rispondi