Cinema

Digitali e Solidali – L’Italia, rete delle buone notizie


Un concorso di video per raccontare le storie di solidarietà e di bene possibili grazie alla rete e al digitale. Oggi, presso la sede del Corriere della Sera è stato presentato il contest per opere video rivolto soprattutto ai giovani, dal titolo “Digitali e solidali – L’Italia, rete delle buone notizie”.L’iniziativa è promossa da Fondazione Ente dello Spettacolo, con Corriere della Sera Buone Notizie e Fastweb.

L’idea – L’iniziativa si propone di stimolare i cittadini al racconto collettivo del bene, specie di quello nascosto, invisibile ai media e ai più. Sono molteplici campi in cui è possibile scovare le iniziative virtuose compiute da milioni di persone in Italia. Ai partecipanti sarà chiesto di documentare l’azione di solidarietà combinata alla tecnologia digitale e alle reti di comunicazione, che trova in questa realtà un fattore moltiplicatore, di maggiore efficienza, di innovazione e sviluppo dell’azione di aiuto.

A chi si rivolge – Il Contest è aperto a tutti i cittadini di qualsiasi età. Il termine di scadenza per mandare gli elaborati è il 31 luglio 2018.

Le opere audiovisive (cortometraggi) dovranno essere:

·         inedite o già edite, ma non prima del 1° gennaio 2017 e, in tale ultimo caso, solo ove il concorrente sia titolare di ogni e qualsiasi diritto sulla stessa, ivi espressamente compresi quelli relativi alla sua utilizzazione e non vi siano accordi di nessun tipo con terzi aventi ad oggetto tale opera;

·         di durata massima 15 minuti e durata minima 1 minuto;

·         in lingua italiana o sottotitolate in italiano;

·         senza limiti di genere;

·         in versione digitale in HD.

La selezione – Tra le opere pervenute, la Fondazione Ente dello Spettacolo tramite la redazione della Rivista del Cinematografo e Cinematografo.it, selezionerà dieci cortometraggi, che saranno successivamente trasmessi al vaglio del giudizio di una Giuria presieduta dal regista Salvatore Mereu e composta da quattro membri: due della redazione della Rivista del Cinematografo, uno del Corriere della Sera Buone Notizie e uno di Fastweb. Saranno scelti i tre cortometraggi da premiare (Primo, Secondo, Terzo classificato).

I vincitori saranno premiati durante il Castiglione Cinema 2018 – RdC incontra (4-7 ottobre 2018) a Castiglione del Lago (PG), occasione in cui saranno proiettate le loro opere.

Un futuro insieme – I dieci cortometraggi selezionati saranno annunciati e proiettati durante la 75ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e saranno visibili sui canali web della Fondazione Ente dello Spettacolo, Corriere Buone Notizie e Fastweb per un mese successivo alla premiazione a Castiglione Cinema 2018.  Entreranno inoltre a far parte di una rassegna itinerante curata dalla Fondazione Ente dello Spettacolo con un evento collaterale durante la 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (Venezia, 29 agosto – 08 settembre 2018); Milano Movie Week (Milano, 17-23 settembre 2018). Inoltre riceveranno premi in servizi Fastweb.

Erano presenti al lancio del contest: mons. Davide Milani (Presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo), che afferma: “Spesso quando si parla della combinazione giovani, video e internet ci si riferisce a situazioni negative come il cyberbullismo. Noi invece vogliamo mostrare che questi tre elementi possono generare il racconto di un’Italia che funziona grazie alla solidarietà, all’attenzione verso l’altro, alla voglia di impegnarsi per il proprio Paese. Noi siamo convinti che la rete fa bene e lo vogliamo testimoniare con questo contest”, Elisabetta Soglio (Responsabile del settimanale di Corriere della Sera Buone Notizie – L’impresa del bene), Sergio Scalpelli (Direttore Relazioni Esterne e Istituzionali di Fastweb).

La comunicazione. Il Contest sarà lanciato anche durante la 54esima Mostra del Nuovo Cinema (Pesaro, 16-23 giugno 2018) e allo ShorTS Film Festival 2018 (Trieste, 29 giugno – 7 luglio 2018).


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.