DI CORSA NELLA STORIA CON LA STAFFETTA DEL CENTENARIO

Di corsa, lungo il Piave, per commemorare i 100 anni della fine della Grande Guerra. Inizia il conto alla rovescia per la Staffetta del Centenario, un evento unico che domenica 11 novembre si svilupperà sulle strade del Quartier del Piave, coinvolgendo centinaia di podisti.

Sarà una gara a tutti gli effetti, tanto da essere anche inserita nel calendario della Fidal, la Federazione italiana di atletica leggera, ma rappresenterà soprattutto un momento di valorizzazione degli aspetti storici ed educativi legati ad un territorio che un secolo fa fu teatro di eventi tragici, costati migliaia di morti.

La Staffetta del Centenario è stata presentata ufficialmente alla Casa del Musichiere a Moriago della Battaglia. Tra gli intervenuti, il presidente del Comitato provinciale della Fidal Oddone Tubia, il consigliere regionale della Fidal Giulio Pavei, il vicepresidente regionale del Coni Guido Di Guida, il sindaco di Moriago della Battaglia Giuseppe Tonello e il delegato del Comune di Sernaglia della Battaglia, Andrea Signorotto, oltre al rappresentante del comitato organizzatore, Mattia Perencin, e ai partner dell’iniziativa.

Il mondo dellatletica ci ha dato la grande opportunità di coniugare sport e memoria storica, coinvolgendoci in una manifestazione che si inserisce a pieno diritto nelle celebrazioni per il Centenario della fine della Grande Guerra – ha commentato il sindaco di Moriago della Battaglia, Giuseppe Tonello -. Il nostro Comune è già impegnato con una mostra fotografica e unesposizione di cimeli storici, visitabili il sabato e la domenica, rispettivamente alla Casa del Musichiere e in Municipio. La Staffetta del Centenario sarà loccasione per ricordare, una volta di più, i tragici eventi che hanno segnato il nostro territorio”.

Andiamo a celebrare il ricordo di chi ha versato un terribile tributo di sangue in difesa della libertà – ha aggiunto il presidente della Fidal, Oddone Tubia, affiancato dal consigliere regionale Pavei, che ha auspicato la riproposizione della Staffetta del Centenario anche negli anni a venire, in modo da trasformarla in un appuntamento fisso -. Per il Comitato provinciale si tratta di uno sforzo organizzativo non indifferente, ma siamo contenti daver ottenuto il supporto delle istituzioni e di tante aziende. Sport e territorio, quando fanno squadra, vincono sempre”.

La Staffetta del Centenario avrà uno sviluppo complessivo di 15,5 chilometri. Cinque le frazioni previste, tutte di lunghezza diversa. La partenza sarà a Colfosco, in prossimità della statua del Cristo. Il primo cambio, dopo 3,5 chilometri, avverrà a SantAnna di Susegana, all’inizio del lungo rettilineo che porta a Falzè di Piave. Il secondo passaggio di testimone, dopo 3,1 chilometri, sarà in piazza Arditi a Falzè di Piave. Il terzo cambio, dopo 3,5 chilometri, avverrà in piazza Martiri della Libertà a Sernaglia della Battaglia. Il quarto e ultimo passaggio di testimone, dopo una frazione di gara di 2,5 chilometri, sarà davanti al municipio di Moriago della Battaglia.

La quinta frazione si svilupperà sulla distanza di 2,9 chilometri e il traguardo sarà posto all’interno dell’Isola dei Morti, l’area naturalistica e monumentale di particolare suggestione, dove tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre del 1918 si sviluppò l’offensiva della Battaglia della Vittoria, che portò alla conquista di Vittorio Veneto e alla fine della Grande Guerra.

La Staffetta del Centenario verrà organizzata dal Comitato provinciale della Fidal, con il coinvolgimento delle amministrazioni comunali di Susegana, Sernaglia della Battaglia e Moriago della Battaglia, delle sezioni Ana di Conegliano e Valdobbiadene e degli Artiglieri della provincia di Treviso, e sarà aperta agli atleti del settore assoluto e delle categorie master.

Non manca un precedente storico. Mezzo secolo fa, nel 1968, in occasione del cinquantesimo anniversario della fine della Grande Guerra, lungo il corso del Piave si svolse una staffetta organizzata dal Centro Sportivo Italiano. Il percorso, mezzo secolo dopo, sarà identico.

La Staffetta del Centenario sarà accompagnata da momenti di rievocazione storica, con il sorvolo degli aerei depoca della Jonathan Collection. Mentre nella zona d’arrivo sarà organizzata una staffetta per le categorie giovanili, su un percorso ridotto di 600 metri.

I primi cinquecento iscritti riceveranno la t-shirt ufficiale dellevento e una medaglia che rappresenterà un pezzo unico, da collezione. Lungo le sponde del Piave, domenica 11 novembre, si correrà davvero nella Storia.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.