DA PALERMO A NAPOLI IL 23 MAGGIO DELLA FONDAZIONE POLIS

Sabato 23 maggio ricorre il 23°anniversario della strage mafiosa di Capaci, in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

Nell’occasione, numerose sono le iniziative che vedono coinvolta la Fondazione Polis della Regione Campania per le vittime innocenti della criminalità e i beni confiscati, che si inseriscono nel progetto “Palermo chiama Italia“, promosso dal MIUR e dalla Fondazione Falcone.

Al Teatro Massimo di Palermo, alle ore 12, alla presenza di una nutrita delegazione di familiari delle vittime innocenti della criminalità, viene messo in scena lo spettacolo “Dieci Storie Proprio Così“, opera drammaturgica nata da un’idea di Giulia Minoli e diretta da Emanuela Giordano. “Dieci Storie Proprio Così”, che racconta le storie di riscatto sociale del territorio campano a partire dai familiari delle vittime e dalle organizzazioni che gestiscono i beni confiscati alla camorra, è frutto della collaborazione tra la Fondazione Polis e il Teatro di San Carlo di Napoli, dove lo spettacolo è stato messo in scena per la prima volta nel 2012 per celebrare il ventennale delle stragi di Capaci e via D’Amelio, nella quale persero la vita il giudice Paolo Borsellino e gli agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina eClaudio Traina.

Dall’Aula Bunker del carcere Ucciardone, alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella, è invece previsto un collegamento con sei piazze italiane, tra cui Piazza Municipio a Napoli, dove si scoprirà la lapide apposta all’Albero Falcone, magnolia piantata nel 1997. Dalle ore 9.30 alle ore 12.30, la piazza napoletana sarà animata da studenti ed esibizioni musicali, tra cui quella del Coro Giovanile del Teatro di San Carlo. Sarà presente il presidente della Fondazione Polis Paolo Siani, che illustrerà in diretta su RAIUNO, a partire dalle ore 11, il senso della mostra #NONINVANO, 106 foto di vittime della criminalità installate sulla facciata di Palazzo Reale e sulle facciate di Palazzo Santa Lucia per fare memoria di tutti i 335 innocenti uccisi dalla criminalità in Campania.

Da Palermo a Napoli, dal teatro civile ai volti e ai sorrisi delle vittime innocenti della criminalità: questo, in sintesi, il 23 maggio della Fondazione Polis.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.