Da Confapid 10mila euro per gli sportelli anti-violenza in due ospedali

Oltre 10mila euro per finanziare, con un’apposita borsa di studio, gli sportelli antiviolenza degli ospedali «Loreto Mare» e «San Paolo».

Fondi raccolti in occasione del galà di beneficenza promosso da «Confapid – Imprenditorialità donna» in collaborazione con l’Ordine degli psicologi della Campania.

«La violenza sulle donne è un tema scottante e più che mai attuale – ha detto Luisa Citarella, presidente “Confapid” –. Soltanto parlandone e sviscerandone tutte le oscurità possiamo aiutare quante, chiuse nel proprio dolore, non denunciano questo grave reato».

«Questa iniziativa è il risultato di sinergie costruite nel tempo, in questo caso con Confapid. Riteniamo infatti che, per contrastare il fenomeno della violenza di genere, sia necessario fare rete con le istituzioni e con le realtà pubbliche e private attive sul territorio – è stato il commento di Antonella Bozzaotra, presidente dell’Ordine degli psicologi della Campania –. La violenza contro le donne è un fenomeno diffuso, è fondamentale raggiungere i cittadini in maniera capillare».

All’evento, tenutosi presso gli splendidi saloni del «Circolo degli Artisti» di Piazza Trieste e Trento, hanno preso parte – tra gli altri – Pino Bennici (Igb Consulting), Tonino Ferrieri (Cuori di sfogliatella), Stella La Pusada (Leonardo stampa digitale), Stefania Brancaccio (Cavaliere del lavoro), Antonella Giglio (vicepresidente Confapi Napoli), Amedeo Manzo (presidente Bcc), Raffaele Marrone (presidente Confapi jr) con la moglie Federica, Felice Russillo, Silvana Papa (presidente Confapi Sanità campana), Maria Teresa Ferrari e Anna Sommella (Confapid Napoli), Luisa Ventrella (Asad Ventrella), Antonella Bozzaotra (presidente dell’Ordine degli psicologi della Campania) e Paola Marone (vicepresidente dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli).

Presentata dalla giornalista Bruna Varriale, la serata ha visto il patrocinio del Comune di Napoli, della I e VII Municipalità di Napoli, dell’Ordine regionale degli psicologi, della Consigliera per le pari opportunità della Provincia di Napoli, dell’Associazione «Terzo Settore», della Consulta regionale per le pari opportunita, dell’assessorato regionale per le Pari opportunità e di «Confprofessioni».