Il D-Day Squadron a Venezia accolto dalla prima hostess italiana

Mentre in Francia si celebrava il 75mo anniversario dello Sbarco in Normandia (6 giugno 1944) presso l'Aeroporto Nicelli di Venezia Lido, si è presentato quello che sarà il "D-Day" italiano. L'evento, chiamato "Ali storiche su Venezia"  vedrà il  21, 22 e 23 giugno sei aerei Douglas DC 3 DAKOTA ospiti dello storico terminal lagunare accolti dalla 96enne Yvonne Girardello, prima hostess d'Italia proprio del DC3.

Mentre in Francia si celebrava il 75mo anniversario dello Sbarco in Normandia (6 giugno 1944) presso l’Aeroporto Nicelli di Venezia Lido, si è presentato quello che sarà il “D-Day” italiano. L’evento, chiamato “Ali storiche su Venezia”  vedrà il  21, 22 e 23 giugno sei aerei Douglas DC 3 DAKOTA ospiti dello storico terminal lagunare accolti dalla 96enne Yvonne Girardello, prima hostess d’Italia proprio del DC3.

 

Lo squadrone USA, capitanato dal pilota e project manager italo-americano Moreno Aguiari, che ha già fatto tappa a Prestwick in Scozia, in Inghilterra e poi in Francia, per le celebrazioni del più grande sbarco della storia militare attuato dagli anglo-americani sulle coste della Normandia,  proseguirà alla volta della Germania per poi raggiungere Venezia.

La tregiorni italiana, organizzata dalla Nicelli Eventi, vuole riportare alla memoria collettiva il periodo tra gli anni ‘30 e ‘60 in cui, nell’aeroporto lidense, nasceva e operava il primo scalo aperto al trasporto commerciale anticipando Roma e Milano.

Il venerdì si potrà assistere all’arrivo dei velivoli ed ammirarli nel loro primo tramonto veneziano. Nella giornata di sabato apertura ufficiale dei festeggiamenti con le istituzioni locali e una madrina d’eccezione: Yvonne Girardello,  prima hostess d’Italia, testimone vivente della nascita dell’aviazione di linea con i primi voli commerciali da Venezia Lido a Roma nel 1943 che della Transadriatica in DC3 ha fatto la sua seconda casa.

La giornata seguirà con un volo istituzionale su Venezia, una cena in pista e un party esclusivo.

Durante la permanenza a Venezia, sarà possibile dunque ammirare i velivoli schierati sulla pista in erba e uno di questi potrà essere visitato nelle giornate di sabato e domenica anche nei suoi interni in compagnia dei piloti a fronte di un biglietto irrisorio di 2 euro e gratis per i bambini.

La suggestiva cornice veneziana, scalo riconosciuto a livello internazionale come uno tra i dieci più belli al mondo e inserito in un ambito storico, naturalistico e culturale assolutamente unico, sarà in questa occasione visitabile nella sua interezza. Il pubblico avrà quindi, oltre ai protagonisti, la possibilità di ammirare e riscoprire l’elegante aerostazione dall’architettura in stile razionalista somigliante ad una nave e arricchita da una quadreria dedicata all’aeropittura, che la nuova proprietà insediatasi lo scorso marzo ha iniziato a riorganizzare e ristrutturare, con l’obiettivo a breve termine di darle nuova vita.

A fare da contrappunto ai motori dei velivoli il sabato pomeriggio verranno esposte una dozzina di auto d’epoca, attentamente selezionate grazie alla collaborazione del Club Venezia Automotostoriche.

L’iniziativa è sviluppata dall’Aeroporto Nicelli con la collaborazione di ASI Automotoclub Storico Italiano e di VOLANDIA – Air Vergiate S.r.l. scuola di volo certificata Easa ATO 001. Il rinnovato Consiglio di Amministrazione, nella persona del suo Presidente Maurizio Luigi Garbisa, si rende protagonista di questa straordinaria iniziativa mirata a rilanciare l’attività.

 

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.