CUAMM – MEDICI PER L’AFRICA, DONA LABORATORIO MOBILE

E’ partito da Legnaro (Padova) un laboratorio mobile completamente equipaggiato per analisi sanitarie, donato dalla Regione del Veneto al Cuamm-Medici con l’Africa. La struttura sarà inviata via mare da Genova in Sierra Leone, uno degli Stati più martoriati dalla recente epidemia di ebola.
Il laboratorio sarà installato all’ospedale di Pujehun e, con un adeguato equipaggiamento (centrifuga, microscopio, strumentazione per la biochimica clinica e l’ematologia, freezer per lo stoccaggio dei reagenti), permetterà di garantire servizi diagnostici “di base” adeguati per un ospedale distrettuale, fornendo analisi di laboratorio essenziali per le attività di diagnosi e cura. Il personale locale addetto al laboratorio sarà formato dal team del Cuamm. I tre container hanno in dotazione anche un generatore da 80 kVA in grado di garantire autonomia energetica al laboratorio.
“Quando si è presentata l’occasione di partecipare concretamente ad una vera e significativa iniziativa umanitaria come questa – ha sottolineato il presidente della Regione del Veneto – non ci abbiamo pensato su due volte. Un laboratorio come questo aiuterà molto le diagnosi dei medici della Sierra Leone, e una buona diagnosi può essere davvero l’inizio della guarigione. E’ questo il futuro che vogliamo: cooperazione internazionale seria, direttamente o attraverso organizzazioni prestigiose e storiche come il Cuamm, portata lì dove serve davvero, nei Paesi dove si soffre davvero e dove una buona salute è certamente l’inizio del progresso”.