Crocerossine al Salone del Libro di Torino

Un modo di raccontare la Guerra fuori dal comune. Drammatizzazione, piccoli episodi narrati come parabole, musica, immagini, ricordi che affiorano e compaiono lasciando impronte importanti nella memoria degli spettatori. Michele D’Andrea, l’ospite principale dello stand delle Crocerossine al XXIX Salone Internazionale del Libro di Torino, ha raccontato ai visitatori la sua Grande Guerra, esposta attraverso le parole scritte nel suo testo-spettacolo che si intitola “Palle Girate”. Occasione di cultura e di storia messa a disposizione della Croce Rossa Italiana. Anche oggi il materiale editoriale esposto dalle Crocerossine ha attirato il pubblico dei visitatori ed assieme alle pillole di educazione sanitaria è diventato il filo conduttore della presenza delle Sorelle al Salone. Oggi l’appuntamento più importante sarà con il Generale dei Carabinieri Pietro Pistolese che interverrà al Salone per presentare il suo libro “La terra, il sangue e le parole”, racconto dell’esperienza vissuta dal generale in prima persona in Medio Oriente e di come, tessendo una precisa analisi insieme all’accademico belga Simon Petermann, si possa spiegare con parole semplici e concetti chiarissimi quali siano stati gli sforzi della comunità internazionale per sostenere il processo di pace. Forte della propria esperienza sul campo il Generale Pistolese fornisce al lettore, come oggi illustrerà ai visitatori del Salone, una chiave interpretativa semplice e lucida di un conflitto che è riuscito a trasportare le sue passioni e le sue conseguenze dal medio Oriente al resto del Mondo. Durante il giorno gli altri appuntamenti di cui è ricco il programma saranno intervallati dai consueti sipari didattici di educazione sanitaria, previsti ad orario fisso per tutta la durata del salone