Confapi Milano e parti sociali insieme per la bilateralità delle PMI

Di fronte ad una vasta platea di imprenditori, i relatori hanno illustrato le numerose agevolazioni e opportunità che il sistema della bilateralità Confapi è in grado di offrire ad aziende e lavoratori.

Presso la sede di Milano della Camera di Commercio Milano MonzaBrianza Lodi, si è svolto il convegno “Lavoro, formazione, salute, Welfare. Enfea e la bilateralità delle PMI”, organizzato da CONFAPI Milano in collaborazione con i rappresentanti provinciali delle parti sociali (CGIL, CISL e UIL), la Camera di Commercio e l’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Milano. Di fronte ad una vasta platea di imprenditori, i relatori hanno illustrato le numerose agevolazioni e opportunità che il sistema della bilateralità Confapi è in grado di offrire ad aziende e lavoratori. E, al contempo, hanno ribadito la volontà di cooperare, spinti dall’obiettivo comune di salvaguardare e far crescere impresa e lavoro.

Oltre all’organo direttivo di Confapi Milano, hanno preso parte all’incontro i vertici di CONFAPI, con un intervento del Presidente Nazionale Maurizio Casasco, insieme con i rappresentanti delle organizzazioni sindacali (CGIL, CISL e UIL) della Provincia di Milano, Potito di Nunzio, Presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Milano, ed i vertici di Enfea. Tutti hanno ribadito la volontà di cooperare, spinti dall’obiettivo comune di salvaguardare e far crescere insieme impresa e lavoro.

“Oggi Confapi Milano dà seguito ai recenti accordi conclusi a livello nazionale tra le organizzazioni datoriali e sindacali maggiormente rappresentative – ha dichiarato l’Avvocato Nicola Spadafora, Presidente di Confapi Milano. Da oltre settant’anni la nostra Confederazione supporta la piccola e media industria con passione e sacrificio, cooperando con le organizzazioni sindacali a cui è legata da rapporti di reciproca stima, fiducia e da una storia comune. Vogliamo, quindi, continuare a fare ciò che sappiamo fare meglio: rappresentare degnamente gli interessi della nostra base associativa. Il tutto anche attraverso la bilateralità, uno strumento che ci vede protagonisti e compartecipi in una virtuosa alleanza”.

Dalla sua fondazione nel 1947, CONFAPI ha infatti sottoscritto con CGIL, CISL, UIL e Federmanager 13 contratti collettivi nazionali nei settori chiave dell’industria del Paese, dalla meccanica alla chimica, dal tessile all’alimentare. È costante, inoltre, la collaborazione con l’Ordine dei Consulenti del Lavoro, da sempre vicino al mondo delle imprese.

Il fondo per l’assistenza sanitaria Enfea Salute

Tra i più recenti strumenti messi a disposizione di imprese e lavoratori spicca Enfea Salute, Fondo di assistenza sanitaria integrativa istituito da Confapi, CGIL, CISL e UIL per le PMI. Questo strumento è dedicato alle imprese che applicano i contratti collettivi nazionali di lavoro Unigec/Unimatica, Unionchimica, Uniontessile e Unionalimentari sottoscritti dalle singole associazioni di categoria aderenti a Confapi e dalle federazioni di Cgil, Cisl e Uil. Lo scopo del Fondo, con un potenziale di riferimento di 25.000 imprese e 200.000 lavoratori, è erogare ai lavoratori iscritti prestazioni integrative di assistenza sanitaria, socio sanitaria e di prevenzione.

Un piccolo contributo mensile a carico del datore di lavoro consentirà, infatti, ai lavoratori di usufruire di un ricco piano sanitario, pensato per incoraggiare la prevenzione, limitare i costi delle prestazioni sanitarie e agevolarne l’utilizzo migliorando complessivamente le condizioni di salute e la qualità della vita. Sarà, infatti, possibile richiedere rimborsi nonché prenotare le prestazioni previste dal Piano Sanitario avvalendosi dell’elenco di strutture sanitarie convenzionate su tutto il territorio nazionale. Hanno diritto alle prestazioni di Enfea Salute i lavoratori dipendenti che hanno contratti a tempo indeterminato anche in part-time o a domicilio e quelli a tempo determinato di durata non inferiore ai 6 mesi a decorrere dalla data di assunzione, nonché gli apprendisti.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.