Centro Moda Polesano rinasce grazie al workers buyout

L’assessore al lavoro della Regione Veneto, Elena Donazzan, ha inauguratoa Stienta, in provincia di Rovigo, insieme al collega assessore regionale al territorio, Cristiano Corazzari, l’attività della cooperativa Centro Moda Polesano, settimo workers buyout (acquisizione da parte dei lavoratori) nel Veneto.

“Stamattina non abbiamo solamente inaugurato una nuova cooperativa, abbiamo innanzitutto celebrato il coraggio di 22 socie fondatrici che, rischiando tutto, sono riuscite nell’intento di dare continuità lavorativa a loro stesse e agli altri 11 addetti di questa realtà manifatturiera”.

Lo ha detto l’assessore regionale al lavoro, Elena Donazzan, partecipando oggi a Stienta, in provincia di Rovigo, insieme al collega assessore regionale al territorio, Cristiano Corazzari, all’inaugurazione dell’attività della cooperativa Centro Moda Polesano, settimo workers buyout (acquisizione da parte dei lavoratori) nel Veneto.

Accompagnato nel suo percorso da Legacoop Veneto, questo, tra i wbo nati in questi anni, è la prima iniziativa imprenditoriale tutta al femminile, attiva nel settore dell’alta moda e sorta in seguito alla crisi della Cooperativa Polesana Abbigliamento (Capa).

Siamo di fronte ad un caso di buona finanza – ha sottolineato Donazzan –, che ha visto soggetti diversi tra loro concorrere proficuamente a un unico scopo: riattivare da una precedente crisi una produzione che possa garantire reddito e ritorni in termini occupazionali”.

“Voglio ringraziare Legacoop, a cui va il merito di aver condotto con successo tutte le sette operazioni di workers buyout in Veneto – ha concluso l’assessore Donazzan –. Anche in questo caso i lavoratori di una azienda in crisi sono riusciti nell’intento di ‘ricomprarsela’. Alle lavoratrici del Centro Moda Polesano un sincero augurio per questa nuova importante avventura iniziata oggi”.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.