Cecilia Coppola Premio Nostalgia di Futuro

E’ con grande orgoglio che informo tutti gli utenti che anche la  presidente della Cypraea Onlus Cecilia Coppola, mia storica amica e sostenitrice di Kappaelle sin dalla sua nascita, è stata insignita del Premio “Nostalgia di Futuro ” 2019 nell’ambito della neonata sezione “Innovazione è Donna”.

L’undicesima edizione, svoltasi a Roma il 25 settembre scorso nella Sala Zuccari del Palazzo Giustiniani in collaborazione con il Prix Italia RAI, ha visto l’Associazione Osservatorio TuttiMedia (ENI – FIEG – FNSI – FUB – Google – Facebook – Intesa San Paolo – Mediaset – RAI – Rai pubblicità – Unipol Sai – UPA) consegnare i premi a ricercatori, imprese e studenti per progetti di informazione innovativi, start up e, da quest’anno, la particolare sezione “Innovazione è Donna” per cui appunto Cecilia Coppola (Presidente e Fondatrice dell’Associazione Culturale CYPRAEA onlus) ha ritirato il premio dalle mani di Roberto Ferrari, Responsabile della strategia di comunicazione digitale di Eni. 

Questa la motivazione: “Donna con la vocazione dell’insegnamento costruttivo attraverso i suoi libri illustrati ed in particolare il suo personaggio “Ciò ciò la busta di plastica” insegnava, già, negli anni 80 ai giovani di rispettare il nostro pianeta evitando le cattive abitudini che danneggiano il mare ed i suoi abitanti. Nella sua Penisola Sorrentina ha promosso incontri fra giovani di ogni nazione ed etnia: la paura dell’altro non deve esistere. Oggi la sua Associazione significa anche il “Camper Salute” messo a disposizione gratuitamente della comunità peninsulare un vero e proprio laboratorio sanitario mobile”.
Cecilia Coppola a conclusione del suo intervento ha affermato: “La memoria non è da considerarsi una soffitta che raccoglie oggetti e testimonianze del passato invasa da ragnatele ma quale fertilizzante del presente necessario per trasformare la nostalgia di futuro in vita di futuro, occorre pensare che i giovani sono già il presente e il Domani è già Oggi” .

Maria Pia Rossignaud, Direttrice Media Duemila e Vice Presidente TuttiMedia spiega: “Questa Associazione è un ambiente di stimolo culturale e l’appuntamento annuale che lo distingue è il Premio “Nostalgia di Futuro”, nato per ricordare Giovanni Giovannini, grande giornalista, storico presidente della FIEG (Federazione Italiana Editori Giornali) è l’uomo dei media che ha capito, in anticipo su tutti, la trasformazione della tecnologia che avrebbe cambiato non solo il modo di comunicare ma la vita stessa dell’uomo. Il Premio fondato nel 2009 dai suoi più stretti collaboratori, porta all’attenzione della pubblica opinione temi di scottante attualità che persone, enti, organizzazioni e società hanno dato quale significativo contribuito all’innovazione nel mondo della comunicazione. E in più, lo spazio giovani segnala progetti di particolare interesse per il mondo dei media”.

Etica, politica, educazione e informazione devono confrontarsi con il “Gemello Digitale”, il nostro prossimo intermediario con l’universo digitale. Individuare gli strumenti utili a governare il cambiamento è urgente – afferma Derrick de Kerckhove (direttore scientifico TuttiMedia e Media Duemila) – Le nostre protesi tecnologiche, come ho definito computer e telefono negli anni ’90, oggi diventano autonome e possono pensare e decidere al nostro posto”.
Prima dell’assegnazione del Premio, un qualificato parterre  si è confrontato sul tema “Gemello digitale: l’altro me. Intermediario con la nostra realtà aumentata. Intelligenza artificiale fra etica, educazione, politica” moderato con professionalità da Maria Pia Rossignaud.

Era presente la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, che ha, per prima, recepito l’importanza del tema ed accettato l’invito dell’Osservatorio TuttiMedia e Media Duemila a riflettere sulla nuova rivoluzione. gli altri componenti sono stati Gianni Letta, presidente onorario TuttiMedia; Franco Siddi, presidente Osservatorio TuttiMedia; Andrea Riffeser Monti, Presidente Fieg; Roberto Saracco, chair of the Sas Initiative of Ieee; il sociologo Derrick de Kerckhove; Pier Paolo Cervi, Mediaset; Mario Sechi, Agi; Enrico Bellini, Google; Antonella Di Lazzaro, Rai Pubblicità; Laura Bononcini, Facebook. 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.