Categoria: Cultura

L’amore al tempo del coronavirus negli scatti di Marilù S. Manzini

La Manzini, nota scrittrice, pittrice e prossimamente in veste di regista e sceneggiatrice per l’uscita del film “Il Quaderno nero dell’amore” aveva scattato queste fotografie nel 2019 e ora ha immortalato “la donna gravida in quarantena”.

BANFF mette a disposizione online una selezione gratuita di film

Anche il Banff Centre Mountain Film Festival, la rassegna cinematografica internazionale dedicata al mondo dell’avventura, della montagna e degli sport outdoor, ha deciso di allietare queste lunghe giornate di quarantena.

Tutte le Chiese cristiane della Campania insieme in una Supplica

Il Comitato di Presidenza del Consiglio Regionale delle Chiese Cristiane della Campania (CRCCC), si è riunito telematicamente per redigere ed inviare a tutte le Chiese e alle Comunità cristiane della Regione un messaggio congiunto in segno di vicinanza in questo tempo di pandemia da coronavirus e d’isolamento forzato.

Covid19: Nota del Viminale su accesso alle chiese e Settimana Santa

Chiarimenti sulla preghiera individuale in chiesa, le modalità di partecipazione ai riti della Settimana Santa e la possibilità di celebrare matrimoni in tempo di pandemia.

Fine Covid 19: La mostra “Paestum” riapre in Cina

È di questa mattina la notizia della riapertura al pubblico della mostra “Paestum - una città del Mediterraneo antico”, inaugurata lo scorso 26 novembre a Chengdu, capoluogo della provincia del Sichuan, e chiusa all’indomani dell’emergenza sanitaria che ha messo in ginocchio la Cina.

I musei di Treviso entrano nelle nostre case

Partirà lunedì 16 marzo alle 18, con la pubblicazione del primo video, l'iniziativa social dei Musei Civici di Treviso #pilloledimuseo che permetterà di godere attraverso lo smartphone o lo schermo del pc dei luoghi dell'arte temporaneamente chiusi, rinfrancando gli appassionati con piccoli e informali viaggi attraverso alcuni capolavori di Treviso raccontati in maniera diversa.

Michele Calamaio Lo scrittore Eltjon Bida mentre pubblicizza il suo capolavoro "C'era una volta un clandestino"

L’adolescenza da clandestino di Eltjon Bida

“Tra il gommone e la riva era stata posta una tavola di oltre due metri. Passai su di essa per primo. Scricchiolii leggeri mi fecero accapponare la pelle”. Questo è solo uno dei tanti passi presenti all’interno di “C’era una volta un clandestino“, romanzo autobiografico pluripremiato di Eltjon Bida, albanese giunto nel Belpaese ancora minorenne.