Bassano, sono Millns e Mizzau gli “intoccabili” di questo weekend

Questo fine settimana doppio incontro con la musica “intoccabile” a Bassano del Grappa. Venerdì 15 gennaio, al The Untochables Show Dinner Club si esibirà il pianista inglese Paul Millns; e il sabato il cantante e armonicista Paolo Mizzau insieme alla Doctor Love Band.

Venerdì 15 gennaio, dalle ore 22.00, The Untouchables Show Dinner Club di Bassano del Grappa ospiterà il prodigioso pianista inglese Paul Millns. Accompagnato da una base ritmica composta da Gigi Todesca al basso e da Vincenzo Barattin alla batteria, il compositore per l’occasione presenterà alcuni brani del nuovo cd  “Gone again”.
Grazie ad una voce maculata di negritudine, lo stile del cantante varia dal blues alla musica classica portando con sé i segni di una crescita maturata tra gli ascolti dei “grandi”. Numerose sono le influenze che hanno fatto risplendere le doti di Millns, una fra queste la grande pianista e cantante Nina Simone.
La lista delle sue collaborazioni, colma di nomi venerabili, quali Alexis Corner, Eric Burdon, John Martin, Louisiana Red, Bert Jansch, fanno di lui uno dei personaggi tra i più affascinanti del panorama musicale attuale e dal talento originale da molti definito “british blues”.

Sabato 16 gennaio, dalle ore 22.00, è la volta del rinnovato sound dell’armonicista e cantante pordenonese Paolo Mizzau insieme a “The Doctor Love Band”.
A quarant’anni di carriera il complesso esce con un nuovo album, “New Crash”, caratterizzato da un sound sempre più energico e sofisticato che rappresenta un passo in avanti per il  gruppo. Accompagnato dal chitarrista Matteo Titotto, co-autore dei brani, da Luca Dell’Aquila al basso e da Andrea “Smooth” Pivetta alla batteria, il nuovo sound della Doctor Love Band consiste in un’iniezione di linfa nuova nel prolifico circuito del blues europeo.
Il percorso artistico di Paolo “Doc Love” Mizzau, pioniere del panorama blues italiano, inizia nel 1980, anno in cui forma i “Bluesology”, per continuare nel 1995 con la fondazione di “The Doctor Love Band” con cui si dedica alle atmosfere più swingin’ del jump blues.
Al rinomato vocalist non mancano esperienze con nomi di riguardo della scena internazionale, tra cui Herbie Goins e Ronnie Jones, Vincent Williams, Wendy Lewis, Bob Margolin e Ian Siegal Berry, così come abbondano quelle con alcune figure di primo piano del panorama blues italiano, a cominciare da Mike Sponza. Numerose, inoltre, le sue partecipazioni ai principali festival blues italiani: il già citato Pistoia Blues, il Delta Blues Festival e il Pordenone Blues Festival.