BAM! European Bicycle Adventure Meeting

Concerti, incontri, workshop sulla cucina di viaggio o di meccanica e ovviamente biciclette, di tutte le forme. Per tre giorni, da domani, venerdì 19, fino a domenica, nella Rocca di Noale, tutto sarà parlerà di bici, di viaggi, di passione.

Pedalare per andare lontano, per guardarsi attorno, per avere una storia da raccontare. E’ questa la filosofia che riunisce i cicloviaggiatori del BAM!

Poco conta il peso della bicicletta con cui si arriva, se si dormirà in tenda condividendo con gli altri un tetto di stelle o se si sceglierà una sistemazione più comoda: quello che importa è ritrovarsi, una volta l’anno, per vedersi e condividere storie e progetti.

Numerosi appuntamenti a misura delle due ruote: workshop dedicati alla meccanica e alla cura della ruota, al bike-packing, alle ricette da fare in viaggio. E poi presentazioni di libri, concerti e spettacoli. Ma anche una divertente competizione dedicata alle Brompton (le famose biciclette pieghevoli inglese), per vedere chi è il più veloce nel piegarle, un torneo di bikepolo e una pedalata notturna, con colazione all’alba.

La grande area expo sarà dedicata ai brand più noti, presenti con i loro prodotti dedicati al viaggio, ma anche ai piccoli produttori, agli artigiani della bici e alle associazioni e realtà territoriali che lavorano nel settore: una occasione per scoprire le novità e piccole preziose realtà.

Spazio anche alla musica, sia venerdì e sabato sera, sia domenica mattina, quando sul palco, ci saranno Bonollo Fats Band e poi una colorata jam session, dove saranno proprio quei cicloviaggiatori che avranno portato con sé il loro strumento musicale.

E poi si pedala: 4 le proposte. Due pedalate alla scoperta delle strade bianche e degli angoli meno noti del Veneto, di 100 e 150 chilometri, tra Noale, Bassano, Marostica e Piazzola sul Brenta, e una più facile, di 50, con tappe enogastronomiche, all’insegna dei prodotti del territorio. La novità di quest’anno è anche la proposta più estrema, di 180 km, con salita fino a Cima Grappa: sarà un omaggio a Mike Hall, mito del ciclismo scomparso purtroppo in questi giorni.

Tutto senza mai occuparsi di tempi o di performance: la bici è una passione, non uno strumento per mettere alla prova se stessi. Piuttosto, per conoscersi. E per conoscere gli altri.

E alla sera, dopo i concerti, tutti a dormire nel camp all’interno del castello di Noale – che, si sa, ha il fascino ulteriore di essere un ex cimitero – …oppure al Pop-Up Hotel, allestito intorno alla cinta muraria: tante già montate e arredate con tutte le comodità di una camera d’albergo, ideale per un tocco di “wow factor” e relax dopo un’intensa giornata sportiva.

Ma più di tutto quel che conta è esserci, con gli occhi all’orizzonte e la voglia di condividere una passione: numerosi gruppi stanno organizzando dei piccoli viaggi in gruppo da tutta Italia e dalla Slovenia.

BAM! è il primo evento in Italia e uno dei pochi in Europa che mira a intercettare fenomeni in forte crescita come quello del bike-packing, della bici gravel e della bici avventura, oltre che quello dei piccoli e grandi viaggi.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.